sabato 03 dicembre | 13:05
pubblicato il 06/nov/2014 19:20

Bce unanime studia nuove misure, Draghi rafforzato nel direttorio

Sfumate ipotesi su fronda ammutinati. "Niente divisioni Nord-Sud"

Bce unanime studia nuove misure, Draghi rafforzato nel direttorio

Roma, 6 nov. (askanews) - La Banca centrale europea ha reagito al continuo indebolimento del quadro economico annunciando l'avvio di preparativi di nuove misure straordinarie, da far scattare se servisse una risposta più energica ai rischi di deflazione. E di fatto, riferendo che queste decisioni sono state prese all'unanimità, il presidente Mario Draghi ha rafforzato la sua posizione e la stessa credibilità dell'istituzione a muoversi in tal senso, dopo che la vigilia del Consiglio direttivo era stata agitata da ricostruzioni di stampa su una presunta fronda di dissenzienti, che avrebbe voluto metterlo sotto pressione sulla collegialità nelle strategie.

Nel direttorio "non ci sono coalizioni - ha detto Draghi -. Non esiste una divisione tra Nord e Sud". Certo ci possono essere punti di vista diversi, ma questo fa parte della normalità nelle maggiori istituzioni monetarie. "La migliore risposta a queste voci è nel comunicato che ho appena letto, che contiene varie novità rilevanti, e che è stato approvato all'unanimità". La principale di queste novità è appunto la decisione di incaricare i tencnici dell'istituzione di "approntare tempestivamente altre misure da adottare, se necessario". Il tutto in risposta ad un quadro economico che continua a indebolirsi. "Sappiamo bene che ci sono rischi al ribasso e che dobbiamo essere pronti", ha detto Draghi.

Una prima verifica potrà già esser fatta a breve, all'ultimo Consiglio direttivo del 2014, a inizio dicembre. Quando la Bce pubblicherà l'aggiornamento delle sue previsioni su crescita economica e inflazione. Eloquentemente, Draghi ha rilevato che le principali istituzioni finanziarie internazionali e private hanno di recente rivisto al ribasso le loro attese.

Il secondo aspetto rilevante della conferenza stampa di oggi - preceduta dalla decisione in linea con le attese di mantenere i tassi di interesse di Eurolandia al minimo storico dello 0,05 per cento - è stato questo aver sgomberato il campo dalle ipotesi di stampa (dell'agenzia Reuters), che sulle emittenti finanziarie erano rapidamente lievitate. Fino a descrivere quella che era iniziata come una ipotesi di "fronda" dissenziente come un vero e proprio "ammutinamento". Sulle decisioni concrete, che sono quelle che contano, il dissenso ha finito per comporsi. Le Borse, che poi hanno chiuso in ordine sparso, hanno inizialmente reagito con scatti in avanti. L'euro ha segnato cali repentini, fin quasi sotto 1,24 dollari per la prima volta da agosto 2012.

"Sembra che il vento sia girato a favore di Mario Draghi, che ha rafforzato la sua posizione", afferma Ken Wattrett di Bnp Paribas. Secondo Luke Bartholomew, stratega sugli investimenti alla Aberdeen Asset Management "il politico Draghi ha vinto un'altra battaglia chiave verso il lancio di un Quantitative Easing sui titoli di Stato". Tuttavia alcuni mantengono riserve sulla possibilità che l'istitzione si spinga a comprare emissioni pubbliche. Potrebbe piuttosto estendere il suo piano di acquisti già in corso - che, ha chiarito Draghi, andrà avanti "almeno due anni - alle obbligazioni societarie (corporate bond, che si aggiungerebbero quindi a Abs e covered bond). "L'acquisto di titoli di Stato resta fuori dai radar", afferma Marco Valli di UniCredit. Voz

Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari