giovedì 23 febbraio | 08:12
pubblicato il 01/ott/2014 20:38

Bce sbarca a Napoli, tra dilemma bassa inflazione e contestatori

Conferenza Draghi a Capodimonte. Euro a minimi da oltre due anni

Bce sbarca a Napoli, tra dilemma bassa inflazione e contestatori

Roma, 1 ott. (askanews) - Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea è sbarcato a Napoli, con una delle due riunioni che ogni anno, a rotazione, si svolgono tra le città dell'Unione valutaria invece che nella sede istituzionale di Francoforte. Ad accogliere i banchieri centrali un ospite d'eccezione, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Meno amichevoli i vari movimenti campani, autobattezzatasi "Block Bce", che da giorni si preparano a manifestare contro l'istituzione.

Il Consiglio vero e proprio si svolgerà domani, mentre gli ultimi dati macroeconomici hanno rimesso pressione sui banchieri centrali. Ma le attese prevalenti non indicano nuove misure nell'immediato. A settembre la Bce ha praticamente azzerato i tassi di interesse di riferimento e effettuato la prima delle nuove aste di rifinanziamento di lungo termine a favore delle banche (Tltro), fondi agevolati stavolta però vincolati al riutilizzo nell'economia reale.

Ha poi deciso di accelerare su un programma di acquisti di titoli, limitato a prestiti cartolarizzati (Abs) e obbligazioni garantite su cui proprio domani dovrebbe decidere ulteriori dettagli. L'annuncio delle decisioni sui tassi è previsto alle 13 e 45, e qui non si prevede granché dopo che il mese scorso il presidente Mario Draghi aveva avvertito che ormai i livelli raggiunti (0,05% del tasso sulle principali operazioni di rifinanziamento) rappresentano il minimo a cui ci si può abbassare. Invece, nella conferenza stampa esplicativa che terrà alle 14 e 30, nella inconsueta cornice dell'Aditorium del Museo di Capodimonte, Draghi potrebbe fornire altri elementi sia sul programma di acquisti di Abs e covered bond sia sui Tltro.

Il tutto mentre la persistente debolezza dell'inflazione tiene la Bce sotto pressione. Ad agosto ha segnato un mesto 0,3 per cento su base annua, e anche se prevista questa frenata segna un ulteriore allontanamento dall'obiettivo ufficiale dell'istituzione: caro vita inferiore ma vicino al 2 per cento. Intanto le indagini sull'attività delle imprese hanno confermato un indebolimento su settembre. Il quadro ha rilanciato le ipotesi che la stessa Bce debba fare di più, scenario che si è subito riflesso sul mercato dei cambi con l'euro calato a nuovi minimi da oltre due anni.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech