martedì 06 dicembre | 09:40
pubblicato il 07/apr/2014 19:05

Bce: pronta ad agire. Ma Nowotny, Mersch, Weidmann e Constancio frenano

Bce: pronta ad agire. Ma Nowotny, Mersch, Weidmann e Constancio frenano

(ASCA) - Roma, 7 apr 2014 - La Bce resta pronta ad agire nel caso la debole congiuntura economica dell'Eurozona dovesse tramutarsi in una accentuata spirale deflazionistica. Lo si legge nelle prefazione al Bilancio 2013 dove viene ribadita la forward guidance (indicazione prospettica) della politica monetaria verso un costo del denaro basso o ancora piu' basso. Dunque un ''bias'' di policy accomodante. Ma da qui ad armare il ''bazooka' con mille miliardi di euro da spendere in acquisti di attivita' finanziarie, il cosidetto quantitative easing, c'e' ancora un po' di strada da fare.

Oggi le dichiarazioni di autorevoli membri del Governing Council della Bce hanno raffreddato le attese per un imminente allentamento quantitativo (quantitative easing), soprattutto attraverso l'acquisto di titoli di Stato da parte della Bce. Yves Mersch, membro del comitato esecutivo della Bce, si e' limitato a puntualizzare come l'allentamento quantitativo ''sia ancora'', almeno a Francoforte, ''un concetto teorico'' alla luce di un pericolo deflazionistico ''non ancora imminente''.

Edwald Novotny, anche governatore della banca centrale austriaca, parlando di un eventuale allentamento quantitativo ha espresso la propria preferenza verso strumenti di prossimita' al mercato, ''come Abs'', le cartolarizzazioni dei prestiti al settore privato.

Jens Weidmann, anche presidente della Bundesbank, ha parlato di un possibile allentamento quantitativo della Bce solo nel caso di una reale spirale deflattiva non ancora evidente, tanto da ricordare come in Germania stia emergendo una ''pressione al rialzo'' sui salari nominali. Il banchiere centrale tedesco ha poi aggiunto che nelle scelte delle attivita' finanziarie da acquistare peseranno anche considerazioni di carattere legale. Non a caso Weidmann ha ricordato come la ''Bce debba rispettare il proprio mandato'', quindi la difesa della stabilita' dei prezzi oggi declinata anche come macro-stabilita' finanziaria, ma senza ''attraversare il confine che la divide alla politica fiscale'' di competenza dei governi. Poi una ulteriore considerazione, ''il mercato non crede che tutti i titoli di Stato dei paesi dell'Eurozona abbiano lo stesso profilo di rischio'', ha glissato il numero uno della Bundesbank. Un modo elegante per dire che l'allentamento quantitativo della Fed perseguito con l'acquisto di titoli di Stato e' in qualche modo favorito dal fatto che la banca centrale Usa classa in portafoglio titoli sovrani, tutti con il medesimo profilo di rischio di credito: quello del Tesoro Usa.

Infine, Vitor Constancio, vice presidente della Bce, che pur ribadendo ''di essere pronti all'azione'', ha allontanato il pericolo di una deflazione imminente, ribadendo la previsione di Francoforte per un ritorno graduale del tasso di inflazione verso il 2%, il target di medio termine della stabilita' dei prezzi. E' cosi' il dollaro dopo aver iniziato la giornata in salita a quota 1,37 sull'euro, a fine giornata aveva di nuovo perso una mezza figura.

men/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Riforme
Referendum, i mercati puntano su nuovo governo in tempi rapidi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari