sabato 03 dicembre | 00:01
pubblicato il 21/apr/2016 07:01

Bce, oggi direttorio, Draghi affronterà le critiche tedesche

Dopo il duro attacco agli stimoli monetari giunto da Schaeuble

Bce, oggi direttorio, Draghi affronterà le critiche tedesche

Roma, 21 apr. (askanews) - Oggi il Consiglio direttivo della Bce si riunisce a Francoforte per la riunione formale che deciderà sui tassi di interesse dell'Eurozona. Gli annunci di politica monetaria sono attesi alle 13 e 45. Anche se dopo il nuovo ed energico potenziamento degli stimoli deciso a marzo non sono attese nuove mosse, i duri attacchi giunti negli ultimi giorni dalla Germania offrono alla Bce una opportunità per rilanciare la palla nel campo della politica. Perché indirettamente, come rilevano alcuni analisti, si possono leggere anche come una dimostrazione di quello che il presidente Mario Draghi va ripetendo da mesi: la sola politica monetaria non basta a risolvere i problemi.

Sono invece necessari contributi dalle riforme, dalle leggi di bilancio, che facilitino la ripresa, e dall'integrazione europea che deve ripartire, se si vuole ridare vigore a crescita e occupazione nell'area euro. Un messaggio di questo genere potrebbe assicurare un approccio costruttivo e diplomatico al problema.

Tuttavia, l'inusuale durezza mostrata da diversi esponenti di primo piano della politica in Germania potrebbe spingere Draghi anche a una rinnovata risolutezza nella difesa dell'autonomia della Banca centrale. Specialmente la sparata del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, che ha incolpato il capo della Bce e la politica monetaria espansiva almeno in parte del recente successo elettorale del movimento anti euro di destra Alde. Un attacco che gli è valso le critiche di altri ministri, ma che in Germania è tutt'altro che isolato. Finora non c'è stata nessuna occasione pubblica in cui il capo della Bce abbia risposto.

Apparentemente, a far divampare delle furie teutoniche è l'idea di "helicopter money" che era circolata nelle scorse settimane. Ovvero che ai vari stimoli in atto, la Bce possa aggiungere una sostanziale distribuzione a pioggia di danaro. Ipotesi che tuttavia il vicepresidente Vitor Constancio aveva detto non esserci. E forse su questo versante Draghi potrebbe scegliere di rassicurare ulteriormente, per disinnescare una polemica con questa che è e resta la prima economia dell'Unione valutaria.

Alle 14 e 30 di oggi, inoltre, si svolgerà la conferenza stampa esplicativa del presidente Mario Draghi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari