lunedì 27 febbraio | 03:39
pubblicato il 15/ott/2015 12:51

Bce, il "falco" Nowotny ammette: stiamo mancando target inflazione

Già lo scorso gennaio alla fine si schierò con Draghi sul Qe

Bce, il "falco" Nowotny ammette: stiamo mancando target inflazione

Roma, 15 ott. (askanews) - La Banca centrale europea "sta chiaramente mancando il suo obiettivo" di inflazione, ha avvertito il governatore della Banca centrale austriaca, Ewald Nowotny, richiamandosi alle previsioni della stessa Bce che indicano un caro vita medio ad appena lo 0,1 per cento quest'anno e all'1,1 per cento il prossimo. La definizione di "stabilità dei prezzi" dell'istituzione corrisponde ad una inflazione di Eurolandia inferiore ma vicina al per cento sulla media di 18 mesi circa.

Secondo Nowotny "la causa principale" della debolezza attuale - a settembre l'inflazione è perfino ricaduta sotto zero - è nel "drastico crollo dei prezzi di petrolio e materie prime. E bisogna riconoscere che questi sono elementi su cui una banca centrale non ha poteri di intervento. Manche anche l'inflazione di fondo sta a livelli inferiori a quelli a cui puntiamo".

Complessivamente, quella dell'austriaco è una presa di posizione che potrebbe apparire favorevole ad un rafforzamento delle misure espansive messe in campo dalla Bce. Una possibilità sui cui il presidente Mario Draghi ha iniziato a preparare il terreno fin da settembre.

Solitamente Nowotny non viene annoverato tra le "colombe", coloro che sono generalmente più favorevoli a una linea accomodante. Ma già nel gennaio scorso si era schierato al fianco di Draghi sul lancio di nuovi stimoli all'economia, che si realizzarono con il varo a marzo di una manovra di quantitative easing, basata su acquisti di titoli da 60 miliardi di euro al mese, che dovrebbe durare almeno fino al settembre del 2016.

Giovedì 22 ottobre si riunirà nuovamente il Consiglio direttivo della Bce, mentre nelle ultime settimane si sono moltiplicati i segnali di rallentamento dell'economia, rafforzando gli argomenti a favore di un potenziamento degli stimoli monetari. Tuttavia finora le indicazioni fornite da Draghi facevano intuire che un eventuale rafforzamento del Qe richiederebbe ancora diversi mesi di analisi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech