sabato 25 febbraio | 13:20
pubblicato il 07/mar/2016 16:50

Bce, i mercati si affidano a Draghi e scommettono su nuovi stimoli

Gli analisti prevedono un taglio ai tassi e ampliamento Qe

Bce, i mercati si affidano a Draghi e scommettono su nuovi stimoli

Roma, 7 mar. (askanews) - Riflettori puntati sulla Bce. I mercati finanziari guardano con molte aspettative alla riunione del board della banca centrale europea che si terrà in settimana. Un appuntamento che darà un orientamento a breve termine all'andamento dei mercati, caratterizzato da un forte nervosismo dall'inizio dell'anno. All'ultima riunione la Bce non aveva preso decisioni rinviando al meeting di marzo. Tra gli analisti appare scontato un nuovo intervento di stimolo da parte dell'Eurotower. La crescita economica si sta indebolendo, i dati sull'inflazione hanno riproposto lo spettro della deflazione nell'area euro. Tutto ciò nonostante tagli il traguardo di un anno il programma di quantitative easing avviato nel marzo dello scorso anno.

"Draghi stavolta dovrà sorprendere i mercati" afferma un analista. Al deterioramento del quadro macro si associa l'allarme lanciato ieri dalla Bri secondo cui è in arrivo una nuova tempesta finanziaria mentre i mercati stanno perdendo la fiducia nei confronti delle banche centrali. Dal Giappone alla Cina all'area euro le politiche monetarie aggressive non stanno dando i risultati sperati.

"Le condizioni sui mercati finanziari e monetari dell'area euro sono migliorate nelle ultime settimane" rileva Standard and Poor's anche se "gli indicatori economici iniziano a mostrare un outlook meno favorevole". Gli analisti dell'agenzia di rating prevedono che la Bce interverrà ancora sui tassi sui depositi abbassandoli a -0,30/-0,50% e "forse potrebbe aumentare in modo lieve il Qe" che ammonta a 60 miliardi di euro al mese di acquisti di titoli di Stato.

Anche UniCredit prevede un taglio ai depositi dello 0,10% e "un sistema a più livelli per i depositi presso la Bce". Come hanno fatto recentemente le banche centrali di Svizzera, Danimarca a Giappone. "Prevediamo inoltre un incremento di 15 miliardi di euro del ritmo mensile di acquisti di titoli, un'estensione di 3-6 mesi del Qe e ulteriori misure di liquidità per favorire il meccanismo di trasmissione".

Un taglio dei tassi sui depositi a -0,30% e un aumento degli acquisti da 60 a 70 miliardi sono le indicazioni di JP Morgan, Royal bank of Scotland e Berenger.

Alla Danske Bank puntualizzano che se dalla Bce arriverà solo un taglio del tasso sui depositi la reazione dei mercati sarà fortemente negativa. "La domanda è se i nuovi stimoli saranno sufficienti" scrivono in un report gli analisti di Danske che si aspettano un potenziamento del Qe a 80 miliardi al mese.

Per Frederik Ducrozet del Credit Agricole la Bce varerà un pacchetto di misure molto aggressivo. Taglio al tasso sui depositi, introduzione di uno schema a più livelli per alleviare l'impatto sulle banche, aumento del Qe a 80 miliardi con alcune modifiche e un nuovo programma di finanziamenti Tltro. "Inoltre la Bce potrebbe eliminare il floor attuale sul Qe" scrive l'analista.

Anche per Goldman Sachs il taglio al tasso sui depositi è scontato. Ma gli analisti della banca americana non prevedono un aumento della potenza di fuoco del bazooka di Mario Draghi, al massimo è ipotizzabile che il Board approverà un'estensione del programma a settembre del 2017, raggiungendo così i 1.900 miliardi di euro.

Per gli analisti di Commerzbank "il rallentamento dell'economia nell'area euro spingerà la Bce a non limitarsi a un semplice taglio del tasso sui depositi". "Il peggioramento degli indicatori economici e un'inflazione pari a zero potrebbero rafforzare i timori di una spirale deflazionistica".

Gli interrogativi dunque ancora una volta riguardano i diversi orientamenti all'interno del board della Bce. Alcuni giorni fa è tornato infatti a tuonare il capo della Bundesbank, Jens Weidmann, mettendo in guardia sul grave pericolo che può derivare da un periodo prolungato di bassi tassi di interesse. Giovedì arriveranno le risposte sul confronto tra falchi e colombe.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech