venerdì 24 febbraio | 15:55
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Bce/ Draghi:In Italia migliora costo lavoro; export +21% da 2009

Si stanno chiaramente correggendo squilibri paesi periferici

Roma, 17 dic. (askanews) - Tra il 2009 e oggi le esportazioni di beni e servizi dell'Italia sono cresciute del 21 per cento, e oggi sta migliorando il costo del lavoro. Lo ha rilevato il presidente della Bce Mario Draghi citando questo sviluppo tra gli esempi di segnali incoraggianti che si vedono anche sulle economie periferiche dell'area euro, tra le quali però non ha citato la Grecia. "E' incoraggiante constatare che ora la correzione (di squilibri) è chiaramente i corso", ha detto Draghi in un audizione al Parlamento europeo". "Per esempio le esportazioni di beni e servizi in Spagna sono aumentate del 27 per cento dal 2009, del 14 per cento in Irlanda, del 22 per cento in Portogallo e del 21 per cento in Italia. Questi quattro paesi stanno anche assistendo a miglioramenti dei costi unitari del lavoro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech