sabato 21 gennaio | 21:30
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Bce/ Draghi:In Italia migliora costo lavoro; export +21% da 2009

Si stanno chiaramente correggendo squilibri paesi periferici

Roma, 17 dic. (askanews) - Tra il 2009 e oggi le esportazioni di beni e servizi dell'Italia sono cresciute del 21 per cento, e oggi sta migliorando il costo del lavoro. Lo ha rilevato il presidente della Bce Mario Draghi citando questo sviluppo tra gli esempi di segnali incoraggianti che si vedono anche sulle economie periferiche dell'area euro, tra le quali però non ha citato la Grecia. "E' incoraggiante constatare che ora la correzione (di squilibri) è chiaramente i corso", ha detto Draghi in un audizione al Parlamento europeo". "Per esempio le esportazioni di beni e servizi in Spagna sono aumentate del 27 per cento dal 2009, del 14 per cento in Irlanda, del 22 per cento in Portogallo e del 21 per cento in Italia. Questi quattro paesi stanno anche assistendo a miglioramenti dei costi unitari del lavoro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4