domenica 11 dicembre | 03:59
pubblicato il 24/apr/2014 11:27

Bce: Draghi, continuo apprezzamento euro puo' minacciare la ripresa

(ASCA) - Roma, 24 apr 2014 - Il presidente della Bce, Mario Draghi, parlando ad Amsterdam, torna su uno dei temi caldi del momento: l'apprezzamento dell'euro favorito dalle politiche espansive delle banche centrali degli Usa e del Giappone e dalla fuoriuscita dei capitali da alcune economie emergenti. Il tasso di cambio non e' un obiettivo di politica monetaria, un mantra ripetuto spesso dall'Eurotower, ''una apprezzamento del cambio determina condizioni monetarie piu' restrittive, una pressione al ribasso sull'inflazione e potenzialmente una minaccia sulla ripresa'', ha detto Draghi. Poi la chiosa, ''un continuo apprezzamento del tasso di cambio'' dell'euro ''puo' influenzare le decisioni di politica monetaria. Questo e' il motivo per cui abbiamo detto che il tasso di cambio e' un fattore di crescente importanza per giudicare le prospettive di stabilita' dei prezzi'', ha spiegato il numero uno dell'Eurotower. men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina