giovedì 23 febbraio | 19:36
pubblicato il 24/apr/2014 11:27

Bce: Draghi, continuo apprezzamento euro puo' minacciare la ripresa

(ASCA) - Roma, 24 apr 2014 - Il presidente della Bce, Mario Draghi, parlando ad Amsterdam, torna su uno dei temi caldi del momento: l'apprezzamento dell'euro favorito dalle politiche espansive delle banche centrali degli Usa e del Giappone e dalla fuoriuscita dei capitali da alcune economie emergenti. Il tasso di cambio non e' un obiettivo di politica monetaria, un mantra ripetuto spesso dall'Eurotower, ''una apprezzamento del cambio determina condizioni monetarie piu' restrittive, una pressione al ribasso sull'inflazione e potenzialmente una minaccia sulla ripresa'', ha detto Draghi. Poi la chiosa, ''un continuo apprezzamento del tasso di cambio'' dell'euro ''puo' influenzare le decisioni di politica monetaria. Questo e' il motivo per cui abbiamo detto che il tasso di cambio e' un fattore di crescente importanza per giudicare le prospettive di stabilita' dei prezzi'', ha spiegato il numero uno dell'Eurotower. men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech