lunedì 05 dicembre | 14:29
pubblicato il 09/set/2013 11:32

Bcc: 43% del credito alle famiglie

Bcc: 43% del credito alle famiglie

(ASCA) - Roma, 9 set - Il Credito Cooperativo sara' presente a Torino, dal 12 al 15 settembre, in occasione della 47ma Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, che avra' per tema ''La famiglia, speranza e futuro per la societa' italiana''.

Federcasse ha contribuito al percorso di preparazione con una propria riflessione condensata in un Documento dal titolo ''Famiglia, scuola di cooperazione. Luogo di affetti, di grammatica del lavoro, del risparmio e della responsabilita'''. Il Documento, che vuole essere un contributo al confronto e al dibattito, sintetizza il punto di vista del sistema delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali (circa 400 banche locali con oltre 4.400 sportelli) sul tema famiglia, intesa come particolare soggetto economico, luogo di composizione degli interessi nel quale si impara la ''grammatica'' dell'impegno e del lavoro, ma anche l'arte della cooperazione intesa come esercizio di mutualita', di solidarieta', di impegno per affrontare e risolvere le questioni della vita individuale, familiare, comunitaria. Quest'anno, in particolare, il tema delle Settimane Sociali tocca profondamente le ''corde'' del Credito Cooperativo, nella considerazione che le BCC - che erogano il 43 per cento di tutti i loro crediti proprio alle famiglie ed hanno una quota di mercato su questo particolare segmento di clientela prossima al 10 per cento - hanno un punto di osservazione privilegiato sullo stato di salute delle famiglie italiane, sulle loro difficolta' ed aspettative. Famiglie sempre piu' ''soggetti deboli'' per via del perdurare della crisi; famiglie vittime di ''ritardi, incoerenze, inefficienze'' da parte del sistema di welfare e che, in molti casi, faticano adesso ad assicurare al proprio interno quella tradizionale funzione di ''ammortizzatore'' da sempre garantita dal risparmio accumulato; famiglie che - come ricorda l'esortazione apostolica Familiaris Consortio di Papa Giovanni Paolo II - dovrebbero invece diventare parametro costante delle decisioni politiche ed economiche. com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari