martedì 06 dicembre | 13:25
pubblicato il 10/mag/2016 10:21

Basf, in 2015 vendite Italia -2% a 1,782 mld per riduzione prezzi

Positivo andamento prodotti agricoltura, automotive,personal care

Basf, in 2015 vendite Italia -2% a 1,782 mld per riduzione prezzi

Roma, 10 mag. (askanews) - Nel 2015 il colosso chimico tedesco Basf ha registrato in Italia vendite per 1.782 milioni registrando una leggera flessione (-2%) rispetto ai 1.824 milioni di fatturato del 2014.

Le performance economiche dello scorso anno - ha specificato l'azienda in un comunicato - hanno risentito principalmente della riduzione dei prezzi di vendita, dovuta al calo dei prezzi delle materie prime (principalmente il petrolio), unito ad un mercato nazionale ancora prudente.

A trainare le vendite di Basf in Italia, registrando crescite significative rispetto al 2014, i settori industriali dell'automotive e della componentistica per auto; del personal care, con particolare riguardo al comparto della cosmetica; il settore dei biopolimeri e nicchie come quella del cuoio, che ha ricominciato a crescere dopo anni di difficoltà. Anche il comparto della chimica di base ha registrato dati positivi. Infine, per il 2015 i clienti del settore agricoltura hanno contribuito all'ottimo andamento delle vendite delle soluzioni e dei prodotti della divisione Crop Protection di BASF.

"I risultati ottenuti sono incoraggianti perché, a fronte di un contesto difficile, siamo riusciti a mantenere livelli di crescita sostanzialmente in linea con il 2014. Infatti, nonostante la componente prezzi delle materie prime abbia inciso in maniera significativa sulle nostre vendite, abbiamo saputo controbilanciarla con un incremento dei volumi." ha commentato Erwin Rauhe, Vicepresidente di BASF Italia e responsabile delle attività del Gruppo per il Paese nel 2015, che prosegue: "Per tutto lo scorso anno abbiamo lavorato anche per ottimizzare l'efficienza interna in un'ottica di allineamento di strutture e costi alle condizioni del mercato".

Come annunciato a marzo, Andreas Riehemann è stato nominato nuovo Amministratore Delegato di BASF Italia, succedendo a Erwin Rauhe quale responsabile delle attività del Gruppo nel Paese. "L'Italia è un Paese di imprenditori, con una forte vocazione industriale. In questi primi mesi ho avuto modo di conoscere l'ingegno e la tenacia dei nostri clienti nello sviluppare e far crescere il business." ha commentato Riehemann, "Continueremo a sostenerli creando valore con i nostri prodotti e servizi, lavorando insieme per cogliere le opportunità che il mercato ci offrirà nel corso dell'anno".

Per l'anno in corso l'azienda prosegue l'implementazione di progetti per mantenere la struttura dei costi competitiva e, come puntualizza Andreas Riehemann: "A fronte di un contesto ancora fortemente caratterizzato dall'incertezza, il nostro compito è di capire i cambiamenti e le necessità del mercato per sviluppare nuovi approcci che possano consentirci di crescere. Nel fare questo, so di poter contare sulla grande esperienza e professionalità del team italiano."

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
L.Bilancio
L.Bilancio, Dijsselbloem: ora impossibile chiedere misure extra
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
Pakistan, sta morendo avvelenato il più grande lago del paese
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni