lunedì 05 dicembre | 12:13
pubblicato il 19/feb/2013 17:58

Basell: Mise, faccia chiarezza su futuro siti Terni e Ferrara

(ASCA) - Roma ,19 feb - Con una lettera inviata al management della ''Lyondell Basell'', il ministero dello Sviluppo Economico chiede che, in tempi rapidi, sia fatta chiarezza sui destini dei due siti industriali di Terni e Ferrara. La multinazionale americana, che opera nel settore chimico, e' presente nel capoluogo di regione umbro con un impianto fermo dal 2009, per il quale sono in corso trattative con un acquirente che non stanno dando risultati apprezzabili.

Intanto, la Basell sta anche riorganizzando il suo centro di ricerche in Emilia Romagna, con tagli occupazionali. Da qui, l'iniziativa del governo.

Nella missiva, a firma del sottosegretario al Mise Claudio De Vincenti, si legge in una nota, l'esecutivo chiede ai vertici della Basell un incontro da tenersi a stretto giro di posta per avere spiegazioni e poter quindi assumere ''decisioni certe e rapide''. Il testo della lettera e' stato inviato anche, per conoscenza, ai Presidenti delle Regioni Umbria, Emilia Romagna e Puglia (altra realta' dove e' presente un insediamento della compagnia Usa).

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Riforme
Riforme, Dijsselbloem: mercati calmi, non servono misure emergenza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari