domenica 26 febbraio | 18:18
pubblicato il 28/mag/2015 17:30

Barbagallo (Uil): far crescere contrattazione secondo livello

Ma all'interno di un contratto nazionale

Barbagallo (Uil): far crescere contrattazione secondo livello

Rho (askanews) - "Nel nostro modello contrattuale c'è una geometria variabile fra contratto nazionale e aziendale. Dobbiamo far crescere la contrattazione di secondo livello ma all'interno di un contratto nazionale quadro". Lo ha dichiarato Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, commentando la relazione del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

"Noi siamo per fare i contratti, abbiamo proposto un modello contrattuale basato sulla crescita. Chiediamo all'impresa di discutere con noi per ridare potere d'acquisto ai lavoratori e ai pensionati del Paese perché senza di loro non c'è crescita", ha aggiunto Barbagallo. Quanto all'andamento del settore industriale, il leader della Uil ha sottolineato che "l'export va bene ma va male tutta l'impresa che lavora per la produzione interna".

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech