domenica 26 febbraio | 00:27
pubblicato il 14/giu/2013 14:35

Bankitalia/Campania: POR, risorse impegnate 71,3% (+32%). Spesi 1237 mln

(Asca) - Napoli, 14 giu - Le misure adottate per accelerare l'attuazione del POR 2007-2013 e la riduzione della dotazione totale determinata dal PAC hanno permesso di contenere il ritardo nell'avvio degli interventi. Alla data del 31 dicembre 2012, secondo i dati forniti dalla Ragioneria dello Stato e dal Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica, le risorse impegnate sono pari al 71,3% del totale (2.288 milioni di POR FESR e 150 milioni di POR FSE) con una crescita di 32 punti percentuali rispetto al 2011. Cifra che cresce al 94,9 % se si tiene conto anche dell'ultima riduzione del cofinanziamento nazionale deliberata nel dicembre 2012 e in attesa di approvazione definitiva da parte dell'Ue. Sempre al 31 dicembre scorso, la spesa certificata dei POR campani si e' attestata complessivamente a 1.237 milioni di euro. In particolare, la spesa ha raggiunto il 15,4% della dotazione disponibile per il POR FESR ed il 24,4% di quella del POR FSE superando i target previsti per non incorrere nela procedura di disimpegno automatico.

L'avanzamento della spesa, sia per il POR FESR sia per il POR FSE, e' inferiore alla media delle regioni meridionali (rispettivamente il 25,7% ed il 37,9%).

dqu/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech