domenica 04 dicembre | 18:10
pubblicato il 03/nov/2011 09:18

Bankitalia/ Visco: Tassi alti sostenibili solo con risanamento

Accompagnate da "piano organico" di riforme che convinca mercati

Bankitalia/ Visco: Tassi alti sostenibili solo con risanamento

Francoforte, 3 nov. (askanews) - "Non c'è scritto" sul rapporto di pubblicato ieri dalla Banca d'Italia che siano sostenibili da sé rendimenti dei titoli di Stato all'8 per cento. Lo puntualizza il governatore Ignazio Visco giungendo al Consiglio direttivo della Bce a Francoforte. Si trattava di un "esercizio quantitativo fondato su una ipotesi importantissima: che tutte le misure di consolidamento vengano pienamente attuate", ha spiegato incontrando i giornalisti. Misure che prevedono di azzerare il deficit nel 2013 e "mirando a un bilancio in pareggio anche tassi all'8 per cento sono non in contrasto con una discesa del debito pubblico". Ma appunto "è fondamentale dare piena attuazione alle misure di risanamento del bilancio. Bisogna buttare giù il rapporto debito-Pil", ha insistito il governatore. Inoltre "l'aspettativa dei mercati, è che perché il tutto sia credibile - ha aggiunto - deve essere inserito in un piano organico" che porti avanti riforme strutturali. "Non nell'immediato" perché non si tratta di provvedimenti che possano effettuarsi dall'oggi al domani ma comunque "in un tempo ristretto", ha concluso Visco.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari