mercoledì 22 febbraio | 10:10
pubblicato il 11/mar/2014 14:08

Bankitalia: Visco, la laurea in Italia rende meno che in Ue (1 UPD)

Bankitalia: Visco, la laurea in Italia rende meno che in Ue (1 UPD)

(ASCA) - Roma, 11 mar 2014 - ''Nel 2010 il rendimento della laurea per i lavoratori dipendenti italiani rispetto a chi ha solo un diploma e' stato di poco piu' del 30%, 15 punti percentuali in meno rispetto agli altri maggiori paesi europei''. Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, ribadisce che nel nostro paese la laurea rende meno che nelle altre nazioni in Europa. Visco ha inoltre rilevato che il rendimento ''e' significativamente piu' basso per i piu' giovani''.

L'incidenza dei laureati, e' tuttavia bassa in Italia nel confronto europeo (16 contro 28 per cento nel 2012, 22 contro 35 nella fascia di eta' 25-34 anni), ha rilevato il governatore. E' inoltre tradizionalmente modesta la quota di laureati nelle discipline tecnico-scientifiche (nel 2011 pari al 5 cento del totale della manodopera, contro il 10). Cio' ha un impatto rilevante soprattutto nelle professionalita' legate alle nuove tecnologie - i cosiddetti ICT jobs - la cui domanda era aumentata in Italia fino al 2007, raggiungendo il 24% del totale degli occupati, in linea con i livelli registrati negli altri maggiori paesi europei.

''Tra il 2007 e il 2011 il numero di queste posizioni lavorative, si e' ridotto in Italia di oltre il 20 per cento.

La contrazione ha interessato in particolare i diplomati (-27,6 per cento contro un aumento di poco superiore all'1% per i laureati), che in Italia tradizionalmente suppliscono alla relativa carenza di laureati, e in special modo i piu' giovani'', ha sottolineato ancora il governatore.

A peggiorare la situazione, Visco ricorda che '' a fronte di una media del 49 per cento tra i paesi partecipanti, il 70 per cento degli adulti italiani non e' in grado di comprendere adeguatamente testi lunghi e complessi''. Una quota analoga degli italiani adulti inoltre non e' in grado di completare compiti basati sull'elaborazione di informazioni matematiche estrapolabili da contesti verbali o grafici (contro il 52 per cento nella media dei paesi partecipanti).

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%