martedì 24 gennaio | 16:34
pubblicato il 20/nov/2013 13:49

Bankitalia: Valla d'Aosta, calo per occupazione, fatturato e prestiti

Bankitalia: Valla d'Aosta, calo per occupazione, fatturato e prestiti

(ASCA) - Roma, 20 nov - Segnali ancora incerti per la Valle d'Aosta che non dimostra elementi di ripresa economica, a parte la qualita' del credito che evidenzia un lieve miglioramento. ''Nel corso del 2013 e' proseguito il calo dell'attivita' economica in Valle d'Aosta. Nel settore manifatturiero la flessione della domanda, sia interna sia estera, si e' riflessa negativamente sull'attivita' produttiva e sul grado di utilizzo degli impianti, ancora lontano dai valori pre-crisi; la propensione delle imprese a investire e' rimasta su livelli molto contenuti. Le aspettative degli operatori non prefigurano un miglioramento a breve termine''.

E' quanto spiega l'Aggiornamento alla Congiuntura dell'Economia della Valle d'Aosta, diffuso oggi dalla Banca d'Italia.

Nel comparto delle costruzioni - si legge - e' proseguita la flessione determinata dall'andamento negativo della domanda.

Anche nel settore dei servizi la congiuntura continua a essere sfavorevole. In particolare, nel turismo gli arrivi e le giornate di presenza sono diminuite, soprattutto per la debolezza della componente nazionale.

Il numero di occupati in regione ha continuato a ridursi; anche l'occupazione femminile, dopo un triennio di crescita, si e' contratta. Il tasso di disoccupazione, nella media del primo semestre dell'anno, ha superato l'8 per cento.

Nei primi sei mesi dell'anno la flessione dei prestiti bancari alla clientela residente in regione e' proseguita, risentendo della debolezza del quadro congiunturale che influenza la domanda e le condizioni di offerta del credito.

La diminuzione dei finanziamenti e' stata piu' intensa per le imprese medio grandi mentre si e' attenuato il calo di quelli concessi alle famiglie consumatrici, in particolare per l'acquisto di abitazioni.

La qualita' del credito erogato alle imprese evidenzia qualche segnale di miglioramento, anche se e' ancora aumentata l'incidenza delle posizioni che presentano difficolta' e ritardi nei rimborsi; e' rimasta stabile per le famiglie consumatrici. Si e' attenuata la crescita della raccolta bancaria presso la clientela residente in regione, riflettendo la dinamica dei depositi a risparmio. Il valore complessivo dei titoli in custodia e amministrazione presso le banche delle famiglie valdostane, valutati al fair value, e' cresciuto grazie all'aumento delle quote di OICR. ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4