sabato 21 gennaio | 01:38
pubblicato il 22/feb/2013 19:32

Bankitalia: sulla G.U. le istruzioni per migrazione bonifici alla SEPA

(ASCA) - Roma, 22 feb - Sono pubblicate oggi sulla Gazzetta Ufficiale le istruzioni della Banca d'Italia applicative del Regolamento UE 260/2012 che stabilisce i requisiti e i tempi della migrazione dei servizi di bonifico e di addebito diretto nazionali ai servizi armonizzati della Single Euro Payments Area (SEPA). Lo rende noto la stessa Bankitalia.

Secondo quanto previsto dal Regolamento - spiega un comunicato -, entro la data finale del 1* febbraio 2014 i servizi nazionali di bonifico e addebito diretto dovranno essere dismessi per essere sostituiti dai corrispondenti servizi SEPA. L'obiettivo e' quello di promuovere a livello europeo la diffusione di servizi di pagamento armonizzati, efficienti e sicuri. In particolare, la possibilita' di disporre e ricevere pagamenti in tutta Europa utilizzando un unico conto ed effettuando le operazioni in maniera completamente automatizzata produrra' benefici - in termini sia di costi sia di tempi di esecuzione - per tutti gli attori coinvolti nella catena del pagamento: i fruitori (consumatori, esercenti, imprese, pubbliche amministrazioni) e i fornitori (banche, Poste Italiane S.p.A., istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica).

Alle Autorita' competenti designate dagli Stati Membri e' attribuito il compito di presidiare la regolare applicazione del Regolamento comunitario. Nel nostro Paese tale funzione e' attribuita alla Banca d'Italia in quanto responsabile della sorveglianza sul sistema dei pagamenti ai sensi dell'art. 146 del Testo Unico Bancario.

Nell'ambito di detta competenza, la Banca d'Italia ha predisposto le istruzioni applicative; esse consentono la precisa individuazione dei servizi nazionali corrispondenti al bonifico e all'addebito diretto che dovranno migrare agli standard della SEPA, attivano alcune deroghe previste dal Regolamento e, piu' in generale, facilitano il passaggio degli intermediari e della clientela ai nuovi servizi di pagamento paneuropei.

Il testo del Provvedimento e' stato sottoposto a una consultazione pubblica conclusa il 26 novembre 2012; ai sensi del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, e' stato acquisito il parere della Banca Centrale Europea. Le principali osservazioni pervenute e le relative valutazioni formulate sono pubblicate - unitamente al testo del Provvedimento e a un documento illustrativo - sul sito internet della Banca d'Italia (http://www.bancaditalia.it/sispaga/sms/sepa/normativa/provv-bi-reg-260-2012).

com/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4