giovedì 23 febbraio | 22:35
pubblicato il 22/feb/2013 19:32

Bankitalia: sulla G.U. le istruzioni per migrazione bonifici alla SEPA

(ASCA) - Roma, 22 feb - Sono pubblicate oggi sulla Gazzetta Ufficiale le istruzioni della Banca d'Italia applicative del Regolamento UE 260/2012 che stabilisce i requisiti e i tempi della migrazione dei servizi di bonifico e di addebito diretto nazionali ai servizi armonizzati della Single Euro Payments Area (SEPA). Lo rende noto la stessa Bankitalia.

Secondo quanto previsto dal Regolamento - spiega un comunicato -, entro la data finale del 1* febbraio 2014 i servizi nazionali di bonifico e addebito diretto dovranno essere dismessi per essere sostituiti dai corrispondenti servizi SEPA. L'obiettivo e' quello di promuovere a livello europeo la diffusione di servizi di pagamento armonizzati, efficienti e sicuri. In particolare, la possibilita' di disporre e ricevere pagamenti in tutta Europa utilizzando un unico conto ed effettuando le operazioni in maniera completamente automatizzata produrra' benefici - in termini sia di costi sia di tempi di esecuzione - per tutti gli attori coinvolti nella catena del pagamento: i fruitori (consumatori, esercenti, imprese, pubbliche amministrazioni) e i fornitori (banche, Poste Italiane S.p.A., istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica).

Alle Autorita' competenti designate dagli Stati Membri e' attribuito il compito di presidiare la regolare applicazione del Regolamento comunitario. Nel nostro Paese tale funzione e' attribuita alla Banca d'Italia in quanto responsabile della sorveglianza sul sistema dei pagamenti ai sensi dell'art. 146 del Testo Unico Bancario.

Nell'ambito di detta competenza, la Banca d'Italia ha predisposto le istruzioni applicative; esse consentono la precisa individuazione dei servizi nazionali corrispondenti al bonifico e all'addebito diretto che dovranno migrare agli standard della SEPA, attivano alcune deroghe previste dal Regolamento e, piu' in generale, facilitano il passaggio degli intermediari e della clientela ai nuovi servizi di pagamento paneuropei.

Il testo del Provvedimento e' stato sottoposto a una consultazione pubblica conclusa il 26 novembre 2012; ai sensi del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, e' stato acquisito il parere della Banca Centrale Europea. Le principali osservazioni pervenute e le relative valutazioni formulate sono pubblicate - unitamente al testo del Provvedimento e a un documento illustrativo - sul sito internet della Banca d'Italia (http://www.bancaditalia.it/sispaga/sms/sepa/normativa/provv-bi-reg-260-2012).

com/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech