sabato 03 dicembre | 10:54
pubblicato il 10/giu/2013 14:28

Bankitalia: Sicilia, crisi grave nel 2012 pil -2,7%. Piu' sofferenze

Bankitalia: Sicilia, crisi grave nel 2012 pil -2,7%. Piu' sofferenze

(ASCA)- Roma, 10 giu - La Sicilia lo scorso anno segna una riduzione di pil piu' marcata che a livello nazionale, il 2,7% in meno contro il 2,4% del pil nazionale. Nel corso del 2012 la dinamica del pil in Italia e' stata negativa, anche a seguito delle correzioni di finanza pubblica intervenute nello scorcio dell'anno precedente. Soltanto la domanda estera ha fornito un contributo positivo all'attivita' economica. E' quanto si evince dall'Aggiornamento all'Economia regionale, presentato oggi dalla Banca d'Italia.

In Sicilia la fase ciclica recessiva e' risultata grave; in base alle stime Prometeia il pil e' sceso del 2,7 per cento.

I settori piu' colpiti sono stati l'industria e l'edilizia. Nel manifatturiero e' diminuito il fatturato e la perdurante incertezza sulle prospettive dell'economia ha causato una nuova contrazione delle spese per investimenti. La domanda estera e' risultata favorevole, con una ripresa delle esportazioni per alcuni comparti, come il petrolifero, l'elettronico e il farmaceutico.

Il livello di attivita' economica del settore delle costruzioni - si legge nel 'Rapporto' - si e' contratto per il settimo anno consecutivo, con cali sia per le opere pubbliche sia per il comparto delle costruzioni residenziali.

Nel mercato immobiliare il numero di compravendite ha registrato un significativo arretramento; i prezzi sono diminuiti anche in termini nominali.

Nel settore dei servizi, il commercio ha risentito della perdurante debolezza dei consumi interni, legata alla riduzione del reddito reale disponibile delle famiglie. I flussi turistici, seppure in rallentamento, hanno continuato a crescere: il calo dei pernottamenti di turisti italiani e' stato compensato dalla crescita delle presenze di stranieri e della spesa a essi associata.

Nel mercato del lavoro l'occupazione e' diminuita per il sesto anno consecutivo. L'aumento del numero di persone in cerca di lavoro ha spinto in alto il tasso di disoccupazione, in misura piu' marcata tra i piu' giovani. Nel 2012 i prestiti bancari, che erano gia' in rallentamento, sono diminuiti. Le richieste di finanziamenti hanno risentito del calo degli investimenti delle imprese e della debolezza della spesa da parte delle famiglie.

Le condizioni di offerta del credito sono rimaste ancora tese anche per effetto del deterioramento della qualita' dei prestiti. La crisi economica ha continuato a ripercuotersi sull'andamento dei crediti in sofferenza, in aumento sia per le imprese sia, in misura meno accentuata, per le famiglie.

Gli indicatori prospettici prefigurano un ulteriore peggioramento nei prossimi mesi.

Un'analisi condotta sulle imprese della filiera immobiliare mostra che gli effetti della recessione sul credito sono stati particolarmente severi. Dall'insorgere della crisi la dinamica dei prestiti nei confronti di queste imprese e' stata piu' debole di quella media del settore produttivo e la qualita' del credito e' notevolmente peggiorata: alla fine del 2012 circa la meta' dei finanziamenti presentavano anomalie nei rimborsi. Sul fronte del risparmio, e' aumentata la raccolta bancaria presso le famiglie; potrebbe avere influito una maggiore propensione al risparmio precauzionale e l'offerta di remunerazioni piu' elevate sui depositi con durata prestabilita e sulle emissioni obbligazionarie.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari