domenica 26 febbraio | 20:28
pubblicato il 29/nov/2013 18:31

Bankitalia: Rossi, la strada da percorrere resta lunga

Bankitalia: Rossi, la strada da percorrere resta lunga

(ASCA) - Roma, 29 nov - ''Resta lunga la strada da percorrere'', anche se ''alcuni obiettivi sono stati colti''.

Del resto la necessita' di ''politiche strutturali'' e' stata spesso affermata dai governi che si sono succeduti in Italia negli ultimi anni. ''I sistemi nazionali, pubblici o privati, che producono giustizia, ordine pubblico, istruzione, finanza sono le istituzioni-chiave di un paese moderno e avanzato. Ma vengono costruite nel corso di secoli, sicche' farle evolvere in accordo coi tempi e' difficile, il peso delle decisioni collettive del passato e' gravoso''. Lo afferma il direttore generale della Banca d'Italia Salvatore Rossi, nel corso del suo intervento a Moncalieri, in occasione della quinta Lezione Onorato Castellino. ''Se l'economia e la societa' italiane vogliono riprendere a svilupparsi in sintonia con l'evoluzione dei tempi, deve cambiare - ha concluso - il corso di quelle istituzioni''.

Si trattadi ''un grande compito per la politica''. Rossi si e' poi soffermato sulla giurisdizione - che ''non e' intesa da noi come servizio' ai cittadini - ha proseguito - ma come valore trascendente da affermare a qualunque costo e in qualunque tempo. Al contrario, in una nazione che adotti i principi della liberta' economica e abbia davvero a cuore il benessere dei suoi cittadini, la giurisdizione e' la fabbrica di un servizio pubblico. Ha una funzione di produzione, dei costi, una tecnologia. I consumatori di quel servizio, cioe' i cittadini, desiderano che giustizia sia fatta, si', ma quando davvero serve, rapidamente, efficacemente, a un prezzo ragionevole. La necessita' di politiche strutturali e' stata spesso affermata ddai governi che si sono succeduti in Italia negli ultimi anni''. Per Rossi, c'e' ancora molto da fare ''soprattutto sul terreno della efficienza delle regole e della loro efficace applicazione.

Basti rammentare la piaga delle leggi che restano per anni inapplicate per la mancanza di regolamenti attuativi, ostaggio di imperscrutabili macchine burocratiche''.

ram/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech