lunedì 23 gennaio | 15:42
pubblicato il 27/gen/2014 16:28

Bankitalia: Panetta, credit crunch su imprese -98 mld in due anni

Bankitalia: Panetta, credit crunch su imprese -98 mld in due anni

(ASCA) - Roma, 27 gen 2014 - Sulle imprese si abbatte il credit crunch e in due anni i finanziamenti diminuiscono di ben 98 miliardi di euro. ''Durante la crisi finanziaria le condizioni creditizie sono peggiorate. Dall'autunno del 2008 la dinamica dei prestiti bancari al settore privato si e' via via assottigliata, divenendo negativa una prima volta nel corso del 2009 e ancora dalla fine del 2011 a oggi. Il calo dell'ultimo biennio e' accentuato per gli impieghi alle imprese, diminuiti di 98 miliardi a fronte di una contrazione del credito al settore privato pari a 114 miliardi''. Il vice direttore generale della Banca d'Italia, Fabio Panetta, intervenendo alla Adam Smith society lancia l'allarme sui prestiti alle imprese ancora in via di peggioramento, a causa ''dell'intonazione restrittiva dell'offerta da parte delle banche''. Il vice direttore generale Bankitalia sottolinea inoltre nel 2012 il credit crunch ha determinato una contrazione dell'8% della consistenza degli impieghi e un aumento di due punti percentuali dei tassi attivi. A soffrire di piu' sono state in particoalre le imprese minori e le nuove iniziative imprenditoriali. Infatti nei primi tre trimestri del 2013 il saldo tra il numero delle imprese che hanno avviato l'attivita' e quello delle aziende che l'hanno cessata, pari a 7.700 unita, e' stato di otto volte inferiore rispetto al triennio precedente la cris. Dopo il superamento delle tensioni sul fronte della raccolta, grazie agli interventi dell'Eurosistema, i vincoli all'offerta di prestiti - ha detto ancora Panetta - riflettono oggi soprattutto il peggioramento del merito di credito delle societa' non finanziarie. Gli impieghi alle imprese caratterizzati da anomalie di rimborso (i 'prestiti deteriorati') rappresentano attualmente quasi un quarto dei crediti totali al settore, con un incremento di 10 punti percentuali in soli due anni''. all'interno di tale aggregato le sofferenze ammontano al 12% dei prestiti circa.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Borsa
Borsa, Piazza Affari piatta a metà mattinata. Ftse Mib -0,08%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Il Mascagni Luxury Dépendance entra nel circuito Space Hotels
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4