mercoledì 22 febbraio | 02:37
pubblicato il 23/dic/2013 19:43

Bankitalia: ok a modifiche Statuto. Capitale rivalutato a 7,5 mld

(ASCA) - Roma, 23 dic - L'assemblea straordinaria dei Partecipanti al capitale della Banca d'Italia ha approvato modifiche allo Statuto per adeguarlo alle norme contenute del decreto-legge 133/2013. Lo comunica una nota di Palazzo Koch.

''Il Governatore ha illustrato all'Assemblea le modifiche statutarie proposte, con una relazione che e' stata subito diffusa agli organi di stampa e a cui si fa rinvio. Le modifiche erano state esaminate e discusse dal Consiglio Superiore e dal Collegio sindacale il 20 dicembre scorso.

Il Governatore ha ricordato che non si e' ancora concluso l'iter parlamentare di conversione del decreto-legge 133/2013. Pertanto, alcuni aspetti del decreto gia' oggetto di emendamenti proposti in Parlamento, segnatamente il limite percentuale massimo di possesso di quote della Banca da parte di un singolo soggetto, il periodo di tempo a disposizione di ciascun Partecipante per alienare l'eccedenza, il requisito della sede in Italia degli intermediari legittimati a partecipare al capitale della Banca, sono stati inseriti nel nuovo testo dello Statuto con un semplice richiamo alla legge. In ogni caso, una volta che il decreto sia stato convertito in legge, l'Assemblea potra' essere nuovamente convocata in seduta straordinaria per l'approvazione di ogni ulteriore modifica che si renda necessaria al fine di assicurare la piena aderenza dello Statuto alla legge.

Il valore aggiornato delle quote del capitale della Banca d'Italia e' fissato dal decreto-legge complessivamente in 7,5 miliardi di euro, limite superiore dell'intervallo 5-7,5 miliardi stimato nel parere tecnico preparato con l'ausilio di tre esperti esterni di alto profilo e rassegnato il 23 ottobre scorso dalla Banca d'Italia al Ministero dell'Economia e delle Finanze. Il nuovo capitale della Banca sara' rappresentato da quote nominative di valore indicato dalla legge; le quote attuali verranno annullate e si procedera' all'emissione di nuove quote.

L'aggiornamento delle quote non avra' effetti sul patrimonio di vigilanza' delle banche partecipanti al 31 dicembre 2013, data rilevante ai fini dell'esercizio di Asset Quality Review che sara' condotto nell'Eurosistema''.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia