lunedì 23 gennaio | 06:19
pubblicato il 19/nov/2013 14:21

Bankitalia: Lazio, ripresa incerta. Si attenua tendenza recessiva

Bankitalia: Lazio, ripresa incerta. Si attenua tendenza recessiva

(ASCA) - Roma, 19 nov - Ripresa incerta, ma si attenua la tendenza recessiva nel Lazio, nel primo semestre dell'anno, anche se le condizioni del credito sono ancora piu' restrittive, le imprese non hanno in programma investimenti in tecnologie, la disoccupazione cresce ed e' allarme per il 2014, quando molti lavoratori attualmente in cassa integrazione potrebbero perdere il lavoro. In piu' le crisi aziendali come quelle che interessano Alitalia, Telecom, Finmeccanica e altre aziende, pesano come un macigno sul mercato del lavoro del Lazio. Soltanto le esportazioni e il turismo hanno sostenuto la domanda. Le indagini condotte a settembre e ottobre dalla Banca d'Italia segnalano inoltre '' il permanere di livelli di attivita' economica contenuti ancora nel terzo trimestre dell'anno, assieme a prospettive incerte riguardo alla futura ripresa''. E' quanto e' emerso nel corso della presentazione dell'Aggiornamento Congiunturale dell' Economia del Lazio nella sede della Banca d'Italia di Via Venti Settembre, alla presenza del direttore della sede di Roma Paolo Galiani. Nell'industria - si legge nell'Aggiornamneto Congiunturale - si e' ridotto il fatturato nel primo semestre e sono stati rivisti al ribasso gli investimenti. L'impulso legato alle esportazioni si e' concentrato sulla farmaceutica. I giudizi qualitativi delle imprese sulla produzione mostrano segnali di parziale recupero dalla primavera. Nelle costruzioni l'attivita' economica ha continuato a ridursi, in particolare nel comparto delle opere pubbliche; sono diminuite piu' lievemente le compravendite di abitazioni e le quotazioni di mercato. Il settore dei servizi ha fortemente risentito del calo nei consumi delle famiglie, soprattutto nel commercio e nei trasporti: le imprese hanno registrato un minor fatturato e rivisto al ribasso gli investimenti. E' invece proseguita la crescita del numero dei turisti, in particolare degli stranieri, la cui spesa si e' accresciuta.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4