mercoledì 25 gennaio | 00:31
pubblicato il 29/apr/2013 15:03

Bankitalia: imprese in crisi liquidita'. Sbloccare subito pagamenti PA

(ASCA) - Roma, 29 apr - ''Le condizioni finanziarie e di liquidita' delle imprese sono peggiorate'' e parallelamente ''le difficolta' di rimborso dei prestiti bancari sono aumentate'' per questo e' necessario dare ''rapida attuazione'' allo sblocco dei pagamenti della Pubblica Amministrazione e, per il futuro, sara' ''cruciale'' garantire la riduzione dei tempi di pagamento. E' quanto segnala l'ultima edizione del Rapporto sulla Stabilita' Finanziaria della Banca d'Italia spiegando che nel 2012 hanno cessato l'attivita' circa 53.000 societa' di capitali, ''un numero superiore di oltre 4.000 unita' rispetto a quello registrato nel 2011 e ben piu' elevato rispetto al periodo precedente la crisi''.

Nell'ultimo trimestre del 2012, si legge nello studio, la percentuale di societa' con ritardi nei pagamenti commerciali di oltre due mesi rispetto alle scadenze concordate e' salita al 7,1 per cento, dal 6,0 dello stesso periodo dell'anno precedente con un incremento maggiore nel settore delle costruzioni e nei comparti manifatturieri collegati all'attivita' edilizia. ''Ad acuire le difficolta' delle imprese - rileva Bankitalia - contribuisce l'ingente volume di pagamenti pendenti da parte delle Amministrazioni pubbliche, stimato in circa 90 miliardi alla fine del 2011''. Secondo il Rapporto in prospettiva ''benefici per la situazione di liquidita' delle imprese deriveranno dal nuovo plafond di 10 miliardi che la Cassa depositi e prestiti ha messo a disposizione delle banche per il finanziamento delle piccole e medie imprese e dallo sblocco di una parte rilevante dei debiti commerciali contratti dalle Amministrazioni pubbliche con i propri fornitori''.

Per Bankitalia per ridurre i vincoli finanziari delle imprese sara' essenziale una ''rapida attuazione'' del recente provvedimento varato dal Governo che prevede pagamenti per 20 miliardi nell'anno in corso e per ulteriori 20 nel 2014 mentre ''in prospettiva sara' cruciale garantire la riduzione dei tempi di pagamento delle Amministrazioni pubbliche nei limiti di 30-60 giorni fissati dalla direttiva europea entrata in vigore lo scorso gennaio''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4