sabato 25 febbraio | 17:00
pubblicato il 30/set/2014 11:03

Bankitalia: da deroghe Sblocca Italia rischi corruzione

(ASCA) - Roma, 30 set 2014 - Occorre la massima trasparenza per scongiurare che le deroghe previste nel decreto Sblocca Italia alimentino rischi di corruzione oltre a produrre effetti negativi in termini di tempi e costi delle infrastrutture. E' quanto rileva Stefano Balassone, vice capo del servizio struttura economica di Bankitalia in una audizione alla commissione amabiente della Camera sul provvedimento Sblocca Italia.

Sul tema delle infrastrutture, Balassone indica che il decreto "con il condivisibile obiettivo di ridurre i tempi in fase di aggiudicazione, torna a fare uso di deroghe alla disciplina ordinaria".

L'esponente di Via Nazionale sottolinea al riguardo che in merito allo strumento della deroga "vanno pero' ricordati i rischi in termini di ripercussioni negative su tempi e costi nella fase di esecuzione delle opere, nonche' di vulnerabilita' alla corruzione". "L'instabilita' del quadro regolatorio e' inoltre fonte di incertezza per gli operatori. Andra' garantita la massima trasparenza".

Did

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Volkswagen
Volkswagen, torna in utile nel 2016 per 5,1 mld dopo dieselgate
Generali
Intesa Sanpaolo: non individuate opportunità su Generali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech