sabato 21 gennaio | 08:05
pubblicato il 11/giu/2013 15:53

Bankitalia: crisi, piu' mutui 'elevati' meno a giovani e stranieri

Bankitalia: crisi, piu' mutui 'elevati' meno a giovani e stranieri

(ASCA) - Roma, 11 giu - Cambiano le caratteristiche dei mutui erogati con la crisi. Piu' mutui per importi piu' elevati, meno mutui a emigrati e giovani.

''L'insorgere della crisi finanziaria ha bruscamente interrotto una lunga fase di espansione dei mutui alle famiglie. La flessione delle nuove erogazioni dopo il picco del 2006-07 e' stata piu' marcata nelle regioni settentrionali: l'importo dei nuovi mutui nel 2011 e' stato inferiore del 23,6 per cento a quello del 2007 nel Nord Ovest, del 25,2 nel Nord Est, del 17,3 nel Centro e del 18,5 nel Mezzogiorno. Alla riduzione delle erogazioni si e' affiancata anche una ricomposizione in termini di caratteristiche socio-demografiche dei mutuatari: e' diminuita la quota dei mutui erogati ai giovani e agli stranieri mentre e' aumentata quella dei mutui di importo elevato''. E' quanto pubblica la Banca d'Italia nella collana, Quaderni di Economia e Finanza, col titolo ''L'indebitamento e la vulnerabilita' finanziaria delle famiglie nelle regioni italiane''.

Le differenze riflettono sia gli effetti della crisi piu' marcati per alcuni segmenti della popolazione, sia un atteggiamento piu' selettivo nei confronti della clientela piu' rischiosa da parte del sistema bancario. La rischiosita' del credito alle famiglie e' aumentata nel 2008 e nel 2009, e si e' poi sostanzialmente stabilizzata negli anni successivi, beneficiando della ricomposizione dei nuovi mutuatari a favore di segmenti di clientela caratterizzati da una migliore qualita' creditizia. Il Mezzogiorno continua ad avere una qualita' del credito alle famiglie piu' bassa - si legge nel lavoro degli economisti della Banca d'Italia - rispetto al resto del paese.

I disagi piu' diffusi per quanto riguarda i rimborsi dei finanziamenti avuti, hanno interessato le regioni del Mezzogiorno: ''nel Nord dell'Italia la recessione economica ha determinato un rapido aumento delle difficolta' soprattutto presso i cittadini di origine straniera''.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4