lunedì 20 febbraio | 16:48
pubblicato il 29/set/2015 13:54

Bankitalia: caso Volkswagen grave, difficile stima effetti

Su settore auto e aspettative investitori e consumatori

Bankitalia: caso Volkswagen grave, difficile stima effetti

Roma, 29 set. (askanews) - Le incertezze dello "scandalo" Volkswagen si sono aggiunte a quelle dei mercati globali ed è difficile al momento valutarne gli effetti. E' quanto ha fatto notare il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Luigi Federico Signorini, in audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sul Def.

Non c'è solo "l'incertezza sui mercati globali" con il "significativo indebolimento dell'attività economica in Cina" e nelle "altre economie emergenti" (che pur "non" avendo sinora avuto un effetto "rilevante" sulle "economie avanzate" costituisce un "elemento di incertezza per il futuro"). Ora, "si è aggiunta negli ultimi giorni" l'incertezza "connessa con le possibili ripercussioni, difficili da quantificare, del grave scandalo Volkswagen sul settore dell'auto e sulle aspettative degli investitori e dei consumatori", ha detto Signorini.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia