martedì 06 dicembre | 20:58
pubblicato il 26/feb/2013 12:49

Bankitalia: calo prezzi case in affitto per vendere servono 8 mesi

Bankitalia: calo prezzi case in affitto per vendere servono 8 mesi

(ASCA) - Roma, 26 feb - Prezzi delle case in affitto in calo, mercato immobiliare ancora in generale flessione, con un lieve ottimismo nei due anni temporali per il sud a differenza del nord-est, sono questi i principali elementi che delineano il quadro rappresentato da una indagine Bankitalia sul mercato delle case nell'ultimo trimestre del 2012, mentre per vendere un appartamento servono almeno 8 mesi o poco piu', e lo sconto praticato dal venditore e' in media poco al di sotto del 16%.

Nell'ultimo scorcio del 2012 '' i prezzi delle abitazioni hanno segnato un calo congiunturale secondo il 79,3 per cento degli agenti immobiliari (74,8 per cento nel sondaggio precedente)''. L'istituto di Via Nazionale ha infatti realizzato una indagine sul mercato delle abitazioni, sentendo le agenzie immobiliari ed ha rilevato che ''la maggiore incidenza delle indicazioni di riduzione e' stata comune a tutte le macroaree, con l'eccezione del Nord Est dove e' rimasta stabile. Solo il 64,4% degli agenti dichiara di aver venduto almeno un immobile (- 8 punti percentuali).

Tra le cause di cessazione degli incarichi a vendere, trova conferma la maggiore rilevanza della mancanza di proposte di acquisto a causa di prezzi percepiti come troppo elevati (segnalata dal 63,6 per cento degli agenti). Invece e' pressoche' stabile (intorno al 49 per cento) la quota di chi riporta proposte di acquisto a prezzi valutati troppo bassi dal venditore.

Per il terzo trimestre consecutivo diminuisce, pur rimanendo su livelli elevati, la quota di operatori che segnalano, fra le determinanti dell'estinzione degli incarichi a vendere, la difficolta' di reperire un mutuo da parte dei potenziali acquirenti (a 55,4 da 57,9 per cento).

Aumenta leggermente il peso sia del protrarsi del periodo che intercorre tra il conferimento dell'incarico e l'effettiva transazione dell'immobile (a 24,8 da 22,6 per cento) sia delle attese, da parte dei venditori, di prezzi piu' elevati nel futuro (a 23,9 da 21,9 per cento).

Nel quarto trimestre del 2012 raggiunge il 16 per cento lo sconto medio ottenuto dall'acquirente sul prezzo iniziale dell'immobile (15,4 per cento nella precedente segnalazione; mentre il tempo medio impiegato per le trattative di vendita si attesta su 8,5 mesi (da 8,2).

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Borsa
Seduta sprint per Piazza Affari (+4,15%), maxi-rimbalzo banche
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni