venerdì 24 febbraio | 09:16
pubblicato il 13/gen/2014 12:23

Bankitalia: 11% imprese ha recuperato crediti arretrati con PA

Bankitalia: 11% imprese ha recuperato crediti arretrati con PA

(ASCA) - Roma, 13 gen 2014 - L'11 per cento delle imprese ha recuperato i crediti arretrati con la P.A. in misura 'consistente' nella seconda parte del 2013 (16,8 per cento nei servizi e 5,4 nell'industria), mentre il 35% delle imprese nel complesso ha dichiarato di avere crediti arretrati .

Come destinazione prevalente dei fondi recuperati, il 6,7 per cento delle imprese indica il finanziamento di nuovi investimenti, circa il 30 la riduzione delle passivita' verso fornitori e dipendenti, il 41,5 la riduzione dell'indebitamento bancario. Non emergono apprezzabili differenze con il quadro rilevato nell'indagine di settembre.

E' quanto emerge da un'indagine realizzata dalla Banca d'Italia in collaborazione con il Sole 24 ore.

Il 32,3 per cento delle imprese ritiene di aver superato a partire dai mesi estivi la fase piu' difficile della congiuntura (31,8 nell'industria e 32,7 nei servizi; tav.

18), una quota superiore rispetto alla rilevazione di settembre (28,5). Circa le aspettative di crescita nei prossimi mesi, il 33,3 per cento del campione di imprese si attende un solido miglioramento dei propri ritmi produttivi (35,7 nell'industria e 30,7 nei servizi), in linea con l'indagine precedente. I giudizi favorevoli sono diffusi in misura maggiore tra le imprese piu' attive sui mercati esteri. Per quanto invece riguarda le attese sulla dinamica dell'occupazione nel breve termine ''permangono orientate al pessimismo: la quota di imprese che stimano un aumento del numero di addetti nei prossimi tre mesi si e' attestata su valori poco al di sotto del 10 per cento; quella delle aziende che ne prefigurano una riduzione si e' mantenuta su livelli poco superiori al 23 per cento'', mentre per le imprese operanti nel comparto delle costruzioni: il saldo negativo fra giudizi di miglioramento e di peggioramento si e' attestato a -45,7 punti percentuali, da -34,9 dell'inchiesta precedente: la probabilita' assegnata a uno scenario piu' favorevole nei prossimi tre mesi e' rimasta pressoche' invariata, al 9,6 per cento.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech