giovedì 23 febbraio | 22:12
pubblicato il 05/ott/2016 17:06

Banche,Fmi incalza governo italiano,sforzi potrebbero non bastare

Rilievi Gfsr su sofferenze. Serve analisi asset per banche piccole

Banche,Fmi incalza governo italiano,sforzi potrebbero non bastare

Washington, 5 ott. (askanews) - Gli sforzi messi in campo dal governo italiano per rafforzare il sistema bancario e per ridurre i crediti in sofferenza potrebbero essere insufficienti. A lanciare il segnale è il Fondo Monetario Internazionale che, nel suo "Global Financial Stability Report", presentato a Washington, ha puntato il dito sulla sostanza e sulla tempistica dei provvedimenti già adottati da Roma. E ha chiesto il rapido varo di una analisi della qualità degli attivi delle banche più piccole.

"Le autorità italiane - si legge nel documento - hanno adottato una strategia a più livelli per rafforzare il sistema bancario italiano. Ciò include misure mirate a migliorare l'efficienza e la velocità delle procedure d'insolvenza giudiziali ed extragiudiziali; una garanzia pubblica sulle tranche senior dei crediti in sofferenza cartolarizzati; i fondi Atlante, sostenuti politicamente dal governo, finanziati e gestiti dal settore rivato; la riforma del trattamento fiscale delle perdite su finanziamenti".

Queste misure, sottolinea il Fmi, potrebbero non bastare. "Gli sforzi del Governo per facilitare il rafforzamento del credito e acquisire i crediti cattivi, potrebbe non essere sufficiente a ridurli con la quantità o velocità necessarie per rafforzare il sistema bancario".

La sollecitazione dell'istituzione di Washington a Roma tocca anche un altro fronte: "Le autorità dovrebbero prontamente valutare la qualità delle attività per le banche più piccole non sogggette alla valutazione del 2014 da parte della Banca Centrale Europea, e monitorare gli ambiziosi obiettivi stabiliti banca per banca per la riduzione a medio termine dei crediti in sofferenza per assicuirarsi che vengano raggiunti. Le riforme sull'insolvenza dovrebbero inoltre essere estese sia ai crediti in sofferenza esistenti sia ai nuovi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech