sabato 10 dicembre | 21:27
pubblicato il 07/ott/2013 16:59

Banche: Visco, con ripresa meno Btp e piu' credito a imprese e famiglie

Banche: Visco, con ripresa meno Btp e piu' credito a imprese e famiglie

(ASCA) - Roma, 7 ott - Servono progressi 'risoluti' nel processo di costruzione dell'Unione europea mentre con la ripresa sara' possibile per le banche investire meno fondi in titoli di stato ed erogare piu' credito a famiglie e imprese. ''Grazie all'insieme delle misure, nazionali ed europee, le condizioni finanziarie nell'area dell'euro sono oggi molto meno tese rispetto alla fine del 2011, quando il differenziale di rendimento tra i BTP a dieci anni e i corrispondenti titoli tedeschi aveva raggiunto i 550 punti base, o anche rispetto all'estate dello scorso anno, quando quello stesso differenziale, in precedenza ridimensionatosi, si era riportato in prossimita' di quei picchi. Il ritorno a una piena normalita' e' tuttavia ancora lontano; la segmentazione dei mercati finanziari dell'area lungo linee nazionali, seppure attenuatasi, rimane marcata''. Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia IgnazioVisco, alla Fondazione Rosselli. Per ripristinare in modo durevole la stabilita' finanziaria e piu' favorevoli condizioni di finanziamento nei paesi esposti alle tensioni ''e' indispensabile - ha detto - interrompere il circolo vizioso instauratosi tra le condizioni degli emittenti sovrani e quelle delle banche. Sono necessari progressi risoluti nel percorso di completamento dell'Unione europea delineato nei rapporti presentati lo scorso anno dalla Commissione europea e dal Presidente del Consiglio europeo (in collaborazione con i presidenti della Commissione europea, dell'Eurogruppo e della BCE)''. Poi Visco si e' sofferamto sullo spread: ''l'ampliamento dei differenziali tra i rendimenti dei titoli di Stato dell'area dell'euro, la manifestazione piu' evidente della crisi dei debiti sovrani, riflette due componenti - ha spiegato - una ''nazionale'' e una ''europea'', connesse rispettivamente con le debolezze delle singole economie e finanze pubbliche (il ''rischio di sostenibilita''') e con l'incompletezza del disegno istituzionale dell'area e i conseguenti timori di rottura dell'unione monetaria (il cosiddetto rischio di ridenominazione)''. L'esposizione delle banche in titoli di Stato italiani e' aumentata in misura significativa dall'inizio dello scorso anno. ''La ripresa dell'economia e il ritorno a condizioni fisiologiche nel mercato del credito consentiranno di rendere le politiche di allocazione dei fondi 'coerenti' con un ampio sostegno creditizio a famiglie e imprese''. Inoltre, per Visco, ''un pieno recupero della fiducia degli investitori favorito dall'equilibrio dei conti pubblici e dalle riforme a sostegno della crescita, potra' consentire che cio' avvenga senza che si manifestino tensioni sul mercato dei titoli di stato''. Infatti Visco spiega che ''l'andamento ancora negativo dei prestiti risente della congiuntura sfavorevole che ne frena la domanda e ne condiziona l'offerta a causa dei rischi di selezione avversa connessi con il peggioramento del merito di credito dei prenditori. Nel secondo trimestre di quest'anno il tasso annuo di ingresso in sofferenza ha raggiunto il 2,9 per cento; il peggioramento ha riguardato esclusivamente le imprese. A giugno di quest'anno l'ammontare lordo delle partite deteriorate (che includono, oltre alle sofferenze, anche gli incagli, i crediti ristrutturati e quelli scaduti) ha toccato i 300 miliardi. Al netto delle rettifiche di valore gia' contabilizzate l'ammontare e' piu' contenuto, circa 190 miliardi, di cui poco piu' di 70 si riferiscono a sofferenze e sono oggi ampiamente coperti, per il complesso del sistema, dalla presenza di garanzie reali e personali. com

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina