lunedì 23 gennaio | 18:21
pubblicato il 27/gen/2016 16:58

Banche, via libera Ue a garanzia Stato su crediti deteriorati

A prezzi di mercato e non su quelli più rischiosi

Banche, via libera Ue a garanzia Stato su crediti deteriorati

Roma, 27 gen. (askanews) - Non una bad bank ma tanti strumenti per lo smaltimento dei crediti deteriorati delle banche italiane. Al termine di un lungo e complesso negoziato l'Italia e la Commissione europea hanno definito l'architettura per velocizzare la "pulizia" dei bilanci degli istituti di credito.

La soluzione della bad bank all'italiana dunque non prevede un singolo istituto dove far confluire le sofferenze ed i crediti incagliati. In qualche modo ricorda il fiume di cartolarizzazioni avviato dalle banche italiane alla metà degli anni '90 con cui le banche riducevano gli assorbimenti di capitale, la novità è nella garanzia dello Stato.

Nel dettaglio, ogni singola banca dovrà costituire uno o più strumenti per la cessione dei crediti deteriorati. Tecnicamente le banche daranno vita ad un contenitore ad hoc, costituendo le Spv, Special purpose vehicle. La banca cede i crediti alla società veicolo la quale impacchetterà tali crediti in obbligazioni strutturate (Abs, asset backed securities) e le collocherà sul mercato. La società veicolo infatti finanzia l'acquisto dei crediti emettendo titoli obbligazionari coperti dalle attività del portafoglio crediti acquisito.

Il processo si chiama cartolarizzazione e consente di trasformare crediti illiquidi (mutui, prestiti al consumo ecc.) in titoli obbligazionari liquidi scambiabili sul mercato secondario. Il vantaggio per la banca è che può scorporare dal proprio bilancio una serie di crediti problematici.

A questo punto scatta la garanzia pubblica. Ma lo Stato garantirà solo le tranche senior di quelle obbligazioni (cioè quelle più sicure) mentre non ci saranno garanzie sulle tranche cosiddette junior e mezzanine, quelle considerate più rischiose, la cosiddetta "tranche equity".

Bisognerà vedere quanto la presenza della tranche equity senza garanzia invoglierà comunque gli investitori a puntare su queste cartolarizzazioni e quanto peserà sui costi del funding dello Special purpose vehicle.

Lo Stato rilascerà la garanzia solo se le obbligazioni emesse dalla società veicolo avranno ottenuto un rating uguale o superiore al livello Investment Grade da parte di una agenzia di rating come ad esempio le varie S&P, Moody's e Fitch.

La banca potrà chiedere la garanzia pubblica così da spuntare condizioni migliori in termini di rendimento, incentivare una platea più vasta di potenziali acquirenti privati e anche per collocare tali obbligazioni nel portafoglio della Bce attraverso il programma di acquisto di titoli strutturati.

La garanzia verrà concessa dallo Stato a prezzi di mercato. Il prezzo sarà crescente nel tempo. Per i primi tre anni sarà la media dei Cds (Credit default swap, il più classico strumento finanziario per la copertura del rischio) per gli emittenti con un rating corrispondente a quello delle tranche garantite. Dal quarto anno aumenterà e un nuovo aumento è previsto a partire dal sesto anno.

Il ministero dell'Economia sottolinea che non ci saranno oneri per lo Stato. "Al contrario si prevede che le commissioni incassate siano superiori ai costi e che vi sia pertanto un'entrata netta positiva".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Lavoro
Confindustria: dal 2014 occupazione cresce ma si ferma a metà 2016
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4