martedì 24 gennaio | 14:24
pubblicato il 22/apr/2014 15:07

Banche: Uilca, manager guadagnano 62 volte in piu' dipendenti (1 Upd)

Banche: Uilca, manager guadagnano 62 volte in piu' dipendenti (1 Upd)

ASCA) - ROMA, 22 apr 2014 - Per le banche conti in rosso, ma stipendi dei top manager ''sempreverdi''.

Nell'era della crisi, i superstipendi dei banchieri continuano a stridere con l'amara realta' dell'occupazione che in banca conta di ridurre almeno 1500 sportelli. Cosi' la Uilca, il sindacato dei bancari aderenti alla Uil, ha effettuato una indagine da cui rileva che gli stipendi dei top manager sono saliti ancora e nonostante la crisi, nel 2013. A tal proposito - si legge - e' stata durissima l'omelia del predicatore pontificio, padre Raniero Cantalamessa, durante la celebrazione della Passione a San Pietro, presieduta da Papa Francesco: ''E' scandaloso che alcuni percepiscano stipendi e pensioni cento volte superiori a quelli di chi lavora alle loro dipendenze e che alzino la voce appena si profila l'eventualita' di dover rinunciare a qualcosa, in vista di una maggiore giustizia sociale'', ha affermato padre Cantalamessa.

''Nel nostro settore - dice Massimo Masi, segretario generale della Uilca - abbiamo visto che non parliamo di stipendi superiori di 100 volte rispetto a quelli dei dipendenti, ma di 62 volte. Cifra che e' ancora molto distante dal rapporto di 20 a 1 considerata dalla Uilca una proporzione corretta tra quanto percepiscono i top manager e i lavoratori'', si legge ancora nel documento del sindacato.

La Uilca ''da tempo sta sostenendo una battaglia contro gli esorbitanti compensi del top management, chiedendo una loro drastica riduzione in termini assoluti e nel rapporto con la media delle retribuzioni del personale.

Anche oggi, alla vigilia dell'apertura del confronto per il rinnovo del Ccnl credito, richiediamo a gran voce interventi che producano politiche coerenti con principi di responsabilita' sociale, sviluppo sostenibile ed equita' distributiva.

Risultera' difficile all'Abi spiegarci come sia possibile garantire sempre ''una rendita di posizione'' per i manager di questo settore, anche quando il settore bancario italiano sta progettando di cambiare radicalmente il modo di ''fare banca''.

Una cosa e' certa: la Uilca non accettera' mai che siano solo le lavoratrici e i lavoratori a doversi addossare ogni onere e ogni sacrificio''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Lavoro
Confindustria: dal 2014 occupazione cresce ma si ferma a metà 2016
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4