domenica 22 gennaio | 17:43
pubblicato il 10/dic/2015 12:57

Banche, Ue: venduti prodotti inadeguati a persone forse ignare

Hill: Ma soluzione scelta è quella compatibile con le regole Ue

Banche, Ue: venduti prodotti inadeguati a persone forse ignare

Roma, 10 dic. (askanews) - Le modalità seguite nel riassetto delle quattro banche regionali italiane - Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti - sono quelle che nel dialogo tra governo e Commissione europea sono risultate compatibili con le normative comunitarie e in particolare con le nuove regole sugli aiuti di Stato, ha rilevato il commissario europeo ai servizi finanziari Jonathan Hill.

Tuttavia "chiaramente ci sta un caso in Italia, sono consapevole che qui ci sono state conseguenze molto dure e difficili e penso che fondamentalmente si torna al punto che le banche in questione hanno venduto prodotti inappropriati a persone che forse non sapevano cosa compravano".

"Questo si collega a una questione più ampia sulla tutela dei consumatori e di come possiamo costruire un mercato più forte dei prodotti finanziari al dettaglio. Dobbiamo avere cittadini che si sentono sicuri nell'investire per questo - ha concluso Hill - ci servono sistemi che garantiscano che le persone sanno cosa comprano".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4