mercoledì 18 gennaio | 17:57
pubblicato il 28/apr/2014 09:50

Banche: Ue, su crediti deteriorati rischi anche in Italia

(ASCA) - Roma, 28 apr 2014 - ''Sui crediti deteriorati netti, i maggiori rischi sono in Grecia, Slovenia, Cipro, Irlanda, Italia e Bulgaria, dove una materializzazione delle perdite potrebbe assorbire il 70% dei fondi accantonati a scopi di solvibilita''. Cosi' la Commissione Ue nel ''Rapporto europeo sulla stabilita' e l'integrazione finanziaria''. Secondo la Commissione, i crediti deteriorati netti rappresentano meno del 30% dei fondi propri delle banche nella maggioranza dei paesi. Gli aumenti di capitale hanno in qualche modo alleviato l'impatto negativo della crescita dei prestiti deteriorati, ma elevati livelli di crediti deteriorati implicano la presenza di un elemento di vulnerabilita' in un certo numero di paesi'', osserva Bruxelles.

Il Rapporto segnala comunque che la definizione di ''crediti deteriorati'' differisce nei vari paesi dell'Unione e come ci si attenda una maggiore grado di omogeneita' verso la fine del 2014.

men/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina