giovedì 19 gennaio | 12:29
pubblicato il 24/nov/2015 14:27

Banche, Ue propone sistema tutela deposti ponderato sul rischio

Chi ha più rischi dovrà versare di più, resta soglia 100mila euro

Banche, Ue propone sistema tutela deposti ponderato sul rischio

Roma, 24 nov. (askanews) - Il sistema di assicurazione dei depositi bancari nella zona euro si baserà sul sistema esistente, costituito dai meccanismi nazionali di garanzia e con lo stesso livello di protezione: fino a 100.000 euro per conto bancario. Sarà introdotto in modo graduale e sostanzialmente neutrale in termini di costi per il settore bancario, ha precisato la commissione europea presentando oggi la sua proposta di crezione di un sistema unico di garanzia, la terza gamba che manca all'unione bancaria, dopo vigilanza unica e sistema unico di risoluzione di crisi e fallimenti.

I contributi delle banche potranno essere dedotti dai loro contributi ai sistemi nazionali di garanzia dei depositi. Sarà ponderato per il rischio: le banche maggiormente a rischio verseranno contributi più elevati rispetto a quelle più sicure, e questo aspetto sarà rafforzato a mano a mano che viene introdotto l'Edis (questo l'acronimo del sistema). Le correzioni per il rischio saranno applicate fin dall'inizio e il tutto sarà accompagnato da rigorose salvaguardie. Ad esempio, assicurerà solo i gruppi che rispettano le norme Ue e vengono istituiti in base a tali norme.

Sarà accompagnato da una comunicazione contenente misure volte a ridurre i rischi, tra cui future proposte atte a garantire una diversificazione sufficiente delle esposizioni delle banche ai singoli rischi sovrani. Sarà obbligatorio per gli Stati membri della zona euro le cui banche sono attualmente coperte dal meccanismo di vigilanza unico, ma aperto agli altri Stati membri che desiderano aderire all'Unione bancaria.

"La crisi ha evidenziato le carenze esistenti nell'architettura globale della moneta unica. Da allora abbiamo istituito un'autorità di vigilanza unica e un'autorità di risoluzione unica. Ora - ha affermato Jonathan Hill, responsabile per la stabilità finanziaria - dobbiamo prendere misure finalizzate all'istituzione di un sistema unico di assicurazione dei depositi, procedendo in maniera graduale e assicurandoci che la riduzione dei rischi vada di pari passo con la loro condivisione. Questo è il risultato che intendiamo raggiungere".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Netflix
Netflix, record di abbonati nel 4 trimestre, anche fuori dagli Usa
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio, Vega si prepara al primo lancio dell'anno con Sentinel-2B
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina