lunedì 05 dicembre | 06:15
pubblicato il 23/mag/2013 11:03

Banche: Squinzi, necessario nuovo accordo sul credito

(ASCA) - Roma, 23 mag - Serve un nuovo accordo per il credito, e bisognera' rafforzare il patrimonio delle imprese.

''A livello nazionale e' necessario potenziare gli strumenti esistenti e lavorare con le banche a un nuovo accordo sul credito per sostenere le imprese in questa delicata fase congiunturale, ponendo le basi per lo sviluppo futuro''.

Lo ha detto il presidente della Confindustria Giorgio Squinzi, nel corso dell'Assemblea annuale che si svolge a Roma.

Secondo Squinzi, ''il sistema nazionale delle garanzie puo' giocare un ruolo determinante. Va ulteriormente potenziato - ha sottolineato - il ruolo del fondo Centrale di Garanzia per le pmi, uno strumento 'essenziale' - ha osservato Squinzi - per sostenere l'accesso al credito''.

Inoltre, per Squinzi e' necessario ''puntare con vigore allo sviluppo di canali alternativi al credito e al rafforzamento patrimoniale interrotto dalla crisi''. Questo richedera' ''il rilancio del mercato dei capitali e la piena consapevolezza delle imprese, che nel cammino verso la ripresa non potranno prescindere dal rafforzamento della propria struttura patrimoniale''.

ram/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari