domenica 11 dicembre | 03:35
pubblicato il 24/ott/2013 17:24

Banche: Sileoni,5 buone ragioni per scioperare.Destino nelle nostre mani

(ASCA) - Roma, 24 ott - Lo sciopero nazionale dei lavoratori bancari corre sul Web con un video di Lando Sileoni, segretario generale della Fabi, il sindacato di maggioranza del settore del credito con oltre 100 mila iscritti. Nel video, il numero uno della Fabi spiega a lavoratori e clientela le 5 buone ragioni per scioperare contro la disdetta anticipata del contratto collettivo nazionale del credito da parte dell'Abi, un contratto che riguarda una platea di 309mila addetti.

''Scioperiamo per difendere tutti i diritti dei lavoratori garantiti solo ed esclusivamente dal contratto nazionale, per denunciare la miopia politica dei banchieri, che vogliono recuperare i 140miliardi di sofferenze bancarie a danno dei lavoratori. Scioperiamo per mantenere gli attuali 309 mila lavoratori del settore'', spiega Sileoni, ''scioperiamo perche' vogliamo un modello di banca attento alla clientela, ai territori, ai lavoratori e alle loro famiglie. Allo stesso tempo noi vogliamo che le banche guadagnino e che producano reddito perche' il benessere delle banche equivale al benessere dei lavoratori bancari e delle loro famiglie''.

Il numero uno della Fabi elenca poi anche le 5 ''ottime'' ragioni per non scioperare: ''se si vuole la mobilita' selvaggia su tutto il territorio nazionale; gli annullamenti degli inquadramenti e dei contratti integrativi, un posto di lavoro a rischio; essere cinquantenni e venir obbligatoriamente rottamati oppure essere giovani e precari per sempre; vedere deciso il proprio trattamento economico dai banchieri''.

''Scioperiamo anche per avere una banca vicina alle imprese, alle famiglie, ai territori, un modello di banca che tutte le organizzazioni sindacali rivendicano. Il destino della categoria e' nelle nostre mani.Solo nelle nostre mani.

Il contratto ce lo dobbiamo andare a prendere'', con queste parole si chiude il video di Sileoni.

Si tratta della seconda clip pubblicata su www.fabitv.it, dopo il video provocatorio dal titolo ''Lo sciopero del 31 ottobre e la pistola dei banchieri puntata alla tempia'', nel quale il leader della Fabi compariva con una pistola giocattolo puntata alla tempia a simboleggiare il ricatto delle banche che vogliono rinnovare il contratto dei bancari solo alle loro condizioni. Un'iniziativa virale che sul sito del sindacato fabitv.it ha gia' ottenuto decine di migliaia di visualizzazioni.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina