sabato 10 dicembre | 23:17
pubblicato il 10/mar/2014 16:33

Banche: Sileoni, 68 mila dipendenti in meno ma restano maxi-bonus

Banche: Sileoni, 68 mila dipendenti in meno ma restano maxi-bonus

(ASCA) - Roma, 10 mar 2014 - Le banche al giro di boa. Serve un nuovo modello di banca. Nel 2020 il settore avra' perso ben 68 mila dipendenti. E' quello che chiede il segretario generale della Fabi, che ha riunito il suo congresso a Roma, Lando Maria Sileoni. ''Basta con gli stipendi di certi manager che stridono violentemente contro il buon senso, contro le difficolta' economiche e stridono violentemente rispetto ai tagli dei posti di lavoro''. Cosi' l'esponente del sindacato dei bancari di fronte ad un'ampia platea di banchieri tra i quali anche il presidente Abi Antonio Patuelli. Sileoni chiede un nuovo ed organicorapporto fra banche e industria abbandonando il modello del ''capitalismo di relazione'' in virtu' del quale - sottolinea - sono stati affidati 8 miliardi a Zalesky, Ligresti, Zunino'', vale a dire il ''10% dei crediti totali alle imprese destinati ad alimentare la montagna di sofferenze''. Non basta dunque una 'bad bank' che porterebbe a una strage di imprese, ma puo' essere occasione, se gestito in diversa maniera, per una fonte di ricavi. ''Oggi e' indispensabile che le banche voltino pagina definitivamente'', ha detto ancora Sileoni.

Basta socializzare le perdite tramite provvedimenti governativi che fanno pagare ai cittadini gli errori gestionali dei vertici.

''Certi stipendi di alcuni manager stridono violentemente contro il buonsenso, contro le difficolta' economiche della povera gente e stridono vergognosamente rispetto ai tagli dei posti di lavoro degli ultimi anni'', ha sottolineato. Dal 2000 al 2020, sottolinea il segretario generale della Fabi, i posti di lavoro persi nel settore bancario toccheranno quota 68 mila. Secondo Sileoni e' necessario stabilire un nuovo modello di banca in grado di recuperare il suolo sociale indispensabile per rilanciare il paese e criteri di efficienza nella gestione del credito, presidiando il territorio e mantenendo posti di lavoro rispondendo con intelligenza alle sfide del mercato e della modernita'. ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina