mercoledì 22 febbraio | 02:44
pubblicato il 20/dic/2013 12:51

Banche: Sabatini (Abi), per la ripresa ognuno deve fare la sua parte

Banche: Sabatini (Abi), per la ripresa ognuno deve fare la sua parte

(ASCA) - Roma, 20 dic - ''Siamo di fronte ad un momento di svolta - ha dichiarato il Direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini - stiamo uscendo dalla recessione, ma la ripresa deve essere sostenuta, ognuno deve fare la sua parte.

Anche il mondo bancario e' consapevole che c'e' bisogno di un cambio di marcia, la crisi ha trasformato i modelli di gestione ed anche le banche si devono adeguare per poter cosi' ritrovare la forza reddituale che oggi non hanno e confermare la forza patrimoniale che stanno invece dimostrando. Ritornare ad avere entrambe queste caratteristiche sara' il modo migliore per uscire rafforzati da un biennio, il 2014-15, che sara' decisivo anche in vista dei profondi mutamenti negli assetti regolamentari e di supervisione. Il 2014 sara' un anno d'esami, e noi siamo ottimisti che la valutazione degli attivi bancari che la Bce effettuera' nei prossimi mesi non riservera' sorprese per le banche italiane''.

Nel corso della presentazione del Rapporto previsionale Afo 2013-2015, e' emerso che il risparmio delle famiglie e' una risorsa sempre piu' scarsa, ''le banche italiane sono chiamate al duplice obiettivo di erogare credito e ridurre lo scarto tra impieghi e fonti stabili di raccolta (il funding gap) che si e' creato verso la meta' degli anni duemila'', si legge in n documento. Le analisi del Rapporto AFO indicano che comunque nel futuro prossimo si potrebbe invertire il trend negativo che ha a lungo accompagnato l'acquisto di attivita' finanziarie da parte delle famiglie, ma perfino in questa favorevole ipotesi il flusso di risparmio difficilmente potra' consentireuna buona crescita degli impieghi e, contemporaneamente, il riassorbimento del funding gap, stante oltre ai vincoli macroeconomici anche quelli regolamentari derivanti, per esempio, dall'introduzione del bail-in.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia