lunedì 23 gennaio | 05:29
pubblicato il 09/apr/2014 13:39

Banche: Patuelli, rivalutazione quote Banca d'Italia era atto dovuto

(ASCA) - Roma, 9 apr 2014 - ''Abbiamo subi'to poche settimane fa anche un'imposta straordinaria sui redditi delle banche del 2013, addirittura pari a otto punti e mezzo. La rivalutazione delle quote della Banca d'Italia, peraltro, era un atto dovuto: l'Italia era l'unico Paese ancora fermo a valori prebellici, ed e' stata gia' tassata con l'aliquota ordinaria''. Lo ha detto Presidente in dell'Abi, Antonio Patuelli al Gr2 Rai in merito all'ipotesi di aumentare la tassazione sulle plusvalenze derivanti dalla rivalutazione delle quote della Banca d'Italia.

Circa l'impatto di un maggior prelievo fiscale sui conti delle banche in vista di Asset quality review e stress test Patuelli ha aggiunto: ''Quando gli esami sono iniziati le regole del gioco in un solo paese, l'Italia, non possono e non debbono essere cambiate perche' penalizzano solo i giocatori italiani''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4