domenica 04 dicembre | 14:05
pubblicato il 09/apr/2014 13:39

Banche: Patuelli, rivalutazione quote Banca d'Italia era atto dovuto

(ASCA) - Roma, 9 apr 2014 - ''Abbiamo subi'to poche settimane fa anche un'imposta straordinaria sui redditi delle banche del 2013, addirittura pari a otto punti e mezzo. La rivalutazione delle quote della Banca d'Italia, peraltro, era un atto dovuto: l'Italia era l'unico Paese ancora fermo a valori prebellici, ed e' stata gia' tassata con l'aliquota ordinaria''. Lo ha detto Presidente in dell'Abi, Antonio Patuelli al Gr2 Rai in merito all'ipotesi di aumentare la tassazione sulle plusvalenze derivanti dalla rivalutazione delle quote della Banca d'Italia.

Circa l'impatto di un maggior prelievo fiscale sui conti delle banche in vista di Asset quality review e stress test Patuelli ha aggiunto: ''Quando gli esami sono iniziati le regole del gioco in un solo paese, l'Italia, non possono e non debbono essere cambiate perche' penalizzano solo i giocatori italiani''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari