domenica 04 dicembre | 22:10
pubblicato il 02/feb/2016 16:49

Banche, Padoan favorevole a stabilità anche con gruppi stranieri

Puntare su concentrazione, poche banche ma buone

Banche, Padoan favorevole a stabilità anche con gruppi stranieri

Roma, 2 feb. (askanews) - Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, è favorevole alla stabilità delle banche anche se per assicurarla si dovesse aprire a gruppi stranieri. E' il messaggio sottolineato dal ministro nel corso di un'audizione al Copasir, secondo quanto riferito da fonti parlamentari presenti alla seduta.

In base al ragionamento del ministro "non sempre i gruppi stranieri sono un male, non vanno guardati sempre in negativo perché a volte sono positivi. Dipende dal progetto industriale". A questo proposito il ministro avrebbe riportato l'esempio di Bnl-Bnp Paribas. In sostanza secondo Padoan, bisognerebbe puntare sulla concentrazione bancaria: "Poche banche ma buone", avrebbe osservato di fronte al comitato.

In generale, parlando di banche, Padoan ha riferito ai membri del Copasir che la cifra delle sofferenze bancarie in Italia non è 210 miliardi come si legge sui giornali, perché "questa è una cifra al lordo mentre al netto siamo molto meglio, siamo al di sotto di altre nazioni europee".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari