venerdì 09 dicembre | 15:21
pubblicato il 01/lug/2016 17:59

Banche, nel 2008-2014 ok Ue a quasi 5mila mld aiuti di Stato

Ne sono stati utilizzati oltre 1.900, Italia fanalino di coda

Banche, nel 2008-2014 ok Ue a quasi 5mila mld aiuti di Stato

Roma, 1 lug. (askanews) - Lo scudo da 150 miliardi di euro autorizzato dall'Unione europea all'Italia come misura precauzionale sul sistema bancario rientra nella politica inaugurata nel 2008 dalle istituzioni europee per scongiurare il collasso del sistema del credito a causa del crac Lehman Brothers.

Secondo i dati della Commissione europea tra il 2008 e il 2014 sono stati autorizzati aiuti di Stato a favore delle banche per una cifra di 4.884 miliardi di euro. Le risorse poi effettivamente utilizzate sono state pari a 1.934 miliardi.

La componente principale sono proprio le garanzie statali sulle passività delle banche. L'importo autorizzato da Bruxelles sfiora i 3.300 miliardi mentre quello utilizzato si ferma a 1.188 miliardi.

L'Italia è tra i paesi fanalino di coda nell'utilizzo di aiuti pubblici alle banche. In relazione al Pil e alle domensioni del settore bancario è senza dubbio il paese che ha avuto meno aiuti pubblici.

Il sistema di aiuti si articola su quattro aree: ricapitalizzazioni, garanzie, interventi su impaired asset, e altre misure di liquidità.

Per gli aumenti di capitale gli aiuti autorizzati da Bruxelles sono ammontati a oltre 800 miliardi di euro e 453 miliardi sono stati quelli utilizzati. Alle banche italiane solo 8 miliardi di euro, mentre al primo posto ci sono quelle britanniche con 100 miliardi di euro, poi la Germania con 64 miliardi, Grecia 62,8 miliardi, Francia 61,9 miliardi, Spagna 40,8 miliardi. Poi 23 miliardi per gli istituti olandesi e 21 per il Belgio.

In materia di interventi su asset deteriorati è la Germania al primo posto con 80 miliardi utilizzati su 114 miliardi autorizzati. A seguire banche inglesi con 40 miliardi, Spagna con 33 miliardi e belgio con 21,8 miliardi.

Sulle garanzie statali l'ammontare autorizzato alle banche italiane è stato 80 miliardi di euro nel 2011 e 30 miliardi l'anno successivo. Per le banche danesi ben 580 miliardi, 447 miliardi a quelle tedesche, 376 miliardi all'Irlanda, 364 miliardi alla Gran Bretagna, 319 miliardi alla Francia, 275 miliardi al Belgio, 200 alla Spagna. L'Irlanda il paese che ne ha più utilizzate, quasi 300 miliardi, il doppio rispetto a Gran Bretagna, Germania e Danimarca.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina