martedì 21 febbraio | 09:41
pubblicato il 16/set/2013 20:50

Banche: Micheli (Abi), su disdetta contratto non torneremo indietro

(ASCA) - Roma, 16 set - Sulla disdetta del contratto nazionale di lavoro dei bancari data oggi dall'Abi, l'associazione delle banche non tornera' indietro, nonostante i sindacati abbiano gia' avvertito che si andra' allo sciopero.

''La disdetta gliela abbiamo data, cosa dovremmo fare rimetterla nel cassetto e riproporla il primo dicembre, la vedo difficile. Siamo confidenti che il modello concertativo venga d'ausilio alle parti per risolvere anche questo difficile momento. Oggi abbiamo dato al sindacato diversi documenti, il primo sulle condizioni generali di scenario e il secondo sulle specifiche condizioni del settore'', ha detto a Radio24 Francesco Micheli, vicepresidente dell'Abi.

''In cima alle nostre priorita' c'e' l'occupazione. Ma tenete presente che agli sportelli c'e' un pesante eccesso di capacita' produttiva. Le tranzazioni, vuoi per l'online, vuoi perche' la gente va meno in banca, sono diminuite di oltre il 50%'', ha spiegato Micheli.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia