giovedì 19 gennaio | 12:02
pubblicato il 05/mar/2013 12:00

Banche/ Ecofin, accordo di massima su Basilea 3 e remunerazioni

Ma ci sarà un ultimo tentativo per cercare di convincere Londra

Banche/ Ecofin, accordo di massima su Basilea 3 e remunerazioni

Bruxelles, 5 mar. (askanews) - Accordo di massima all'Ecofin, oggi a Bruxelles - ma con una 'coda' negoziale da completare per affinare alcuni dettagli -, sul pacchetto per la modifica delle regole prudenziali e dei requisiti di capitale per le banche e i fondi d'investimento (il cosiddetto pacchetto Crd 4, che recepisce gli accordi Basilea III). Il testo di compromesso concluso la settimana scorsa fra la presidenza di turno irlandese del Consiglio Ue e il Parlamento europeo, che comprende anche una severa limitazione per i 'bonus' di banchieri (la remunerazione variabile potrà essere al massimo il doppio di quella fissa, e solo se la maggioranza qualificata degli azionisti sono d'accordo) ha ricevuto l'appoggio di un'ampia maggioranza dei ministri delle Finanze dei Ventisette, con la notevole eccezione del britannico George Osborne, che si oppone proprio alle nuove regole sulla remunerazione del management. Anche se non si sono espressi durante il dibattito all'Ecofin, si sa che ci sono reticenze anche da pochi altri Stati membri (Malta, Cipro e Repubblica Ceca), non sufficienti e mettere a rischio la maggioranza qualificata necessaria per l'approvazione finale. La presidenza di turno irlandese ha comunque deciso di negoziare ancora con il Parlamento alcuni miglioramenti tecnici su due punti: alcuni dettagli sull'applicazione delle regole sulle remunerazioni (in realtà una mossa tattica per non mettere Londra immediatamente in minoranza e mostrare una volontà di accordo consensuale, come ha chiesto in sostanza il ministro tedesco Wolfgang Schaeuble); e possibilmente un periodo più lungo per il recepimento delle nuove regole, che l'Europarlamento vorrebbe entro l'inizio del 2014, ma che per diversi paesi (Olanda, Lussemburgo, Romania) dovrebbe essere di 12 mesi dopo l'approvazione finale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio, Vega si prepara al primo lancio dell'anno con Sentinel-2B
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina