martedì 28 febbraio | 00:37
pubblicato il 25/giu/2014 19:00

Banche: Eba, profittabilita' troppo bassa. A rischio modelli di business

(ASCA) - Roma, 25 giu 2014 - La profittabilita' delle banche dell'Unione europea rimane nel complesso bassa '' e per alcune di esse'', il calo di redditivita' rappresenta ''una sfida verso la sostenibilita' del proprio modello di business'', lo scrive l'Eba, l'autorita' bancaria europea, nel consueto rapporto sui Rischi del sistema bancario. I numeri del rapporto si riferiscono a un campione statistico di 57 banche di 20 paesi europei dove le banche campionate rappresentano almeno la meta' del totale degli attivi bancari del proprio paese. ''Le banche con un Roe inferiore al 4% rappresentano il 39% degli attivi complessivi del campione'', e' scritto nel rapporto. Nel 2013 i profitti operativi sono scesi di 10 miliardi di euro dopo il declino di 39 miliardi registrato nel 2012.

Giocano contro una combiazione di fattori, in primis 'il deterioramento degli attivi'' legato alla crescita dei prestiti problematici che a fine dicembre 2013 rappresentavano il 6,7% del totale dei prestiti.

''La qualita' del portafoglio prestiti si e' deteriorata sia nel 2013 e sia nei primi mesi del 2014 e rimane motivo di preoccupazione nell'Unione europea, evidenziando la necessita' di una rigorosa analisi sulla qualita' degli attivi'', scrive l'Eba.

Sulla ''bottom line'' del conto economico pesano poi, spiega l'Eba, i cambiamenti regolamentari che hanno alzato i coefficienti patrimoniali. Un rafforzamento avvenuto seguendo due strade parallele: la prima quella del ''deleveraging'', cioe' la riduzione delle attivita', pari a 3.400 miliardi a partire dal 2011. La seconda e' stata la strada degli aumenti di capitali, nel 2013 per 80 miliardi, quest'anno per almeno 60 miliardi. Nel complesso il Tier 1, al netto degli strumenti idbridi di patrimonio, dunque la migliore proxi del Core Tier 1, e' salito all'11,6% per le maggiori banche europee, ''un livello ampiamente equivalente a quello delle banche Usa'' sottolinea il rapporto.

Tra le note positive, il miglioramento della fiducia degli investitori verso le banche, ma restano elementi di cautela legati alla bassa profittabilita' in un contesto caratterizzato ''da una ripresa che rimane fragile e modesta''.

men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech