venerdì 24 febbraio | 01:36
pubblicato il 23/set/2013 17:12

Banche: Draghi, non spetta a noi decidere su quelle non autosufficienti

(ASCA) - Roma, 23 set - ''La Bce non ha niente a che fare con il meccanismo di risoluzione (Resolution Fund) per le crisi delle banche. Siamo solo degli osservatori. La Bce individua, in collaborazione con le autorita' nazionali di vigilanza, quali banche non sono autosufficienti. Ma non e' nostro compito proporre soluzioni, sara' il meccanismo di risoluzione a decidere cosa fare nel caso una banca non sia autosufficiente: se venderla, se ricapitalizzarla, se scioglierla'', cosi' Mario Draghi, presidente della Bce, nel corso della sua audizione alla Commisione affari economici e monetari del Parlamento europeo. Per il prossimo anno e' previsto, nell'ambito dei nuovi poteri di vigilanza unica attribuiti alla Bce e in collaborazione con le autorita' nazionali di vigilanza, un test sulla qualita' degli attivi delle banche europee, tesa ad accertare il loro stato di salute e la loro capacita' di autosufficienza. men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech