martedì 28 febbraio | 06:50
pubblicato il 28/giu/2016 15:22

Banche, Dombrovskis: "Discutiamo con l'Italia possibili passi"

Vicepresidente Commissione a Bloomberg: seguiamo la situazione

Banche, Dombrovskis: "Discutiamo con l'Italia possibili passi"

Roma, 28 giu. (askanews) - L'Italia sta discutendo con la Commissione europea possibili interventi a sostegno delle banche, dopo l'ondata di vendite innescata dal voto a favore della Brexit. "Siamo in stretto contatto con le autorità italiane su possibili passi", ha affermato il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, secondo quanto riporta Bloomberg.

Dalla commissione "stiamo seguendo attentamente la situazione nel settore bancario italiano", ha rilevato. "Ci sono diverse opzioni allo studio quindi ora non posso commentare in maniera più dettagliata".

Secondo Bloomberg il governo starebbe valutando misure con cui iniettare complessivamente fino a 40 miliardi di euro nel sistema bancario, ma non è stato ancora definito con quali modalità e l'ammontare di questo ipotetico intervento è ancora in discussione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech