mercoledì 22 febbraio | 17:23
pubblicato il 03/gen/2015 14:24

Banche, Cgia: meno prestiti a imprese, più acquisti titoli Stato

In un anno finanziamenti -6 mld, investimenti in Bot +14,7 mld

Banche, Cgia: meno prestiti a imprese, più acquisti titoli Stato

Roma, 3 gen. (askanews) - Meno prestiti alle imprese da parte delle banche italiane e più investimenti in titoli di Stato. Lo sostiene l'ufficio studi della Cgia di Mestre, secondo cui "nell'ultimo anno gli impieghi bancari alle imprese sono scesi di 6 miliardi e le sofferenze sono aumentate di 29 miliardi, mentre gli investimenti delle banche in titoli di Stato sono cresciuti di 14,7 miliardi".

La caduta dei prestiti alle imprese, spiega la Cgia, sta rallentando. Nell'ultimo anno, tra ottobre 2014 e lo stesso mese del 2013, le imprese hanno subito una riduzione degli impieghi pari a 6 miliardi (-0,7%). Rispetto alla fine di ottobre del 2011, "fase in cui ha inizio il cosiddetto credit crunch, la contrazione sfiora i 95 miliardi (-9,4%)". Allo stesso tempo, "le sofferenze hanno subito un vero boom: nell'ultimo anno sono aumentate di 29 miliardi (+25,5%), mentre dal 2011 all'ottobre 2014 l'aumento si è attestato intorno ai 66 miliardi (+85,6%)".

Con la crescita dei rischi legati all'aumento delle sofferenze, secondo la Cgia, "le banche italiane hanno deciso di ridurre gli impieghi alle attività economiche, privilegiando gli investimenti in Bot, Btp, Cct e Ctz". Tra l'ottobre del 2011 e lo stesso mese dell'anno scorso, "la quantità di titoli di Stato italiani detenuti dalle banche residenti nel nostro paese è pressochè raddoppiata. Se tre anni fa nelle cassette di sicurezza degli istituti di credito gli asset governativi ammontavano a 208,6 miliardi, nell'ultima rilevazione hanno toccato i 414,3 miliardi". E nell'ultimo anno "lo stock è cresciuto di 14,7 miliardi (+3,7%)".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe