lunedì 05 dicembre | 14:22
pubblicato il 12/nov/2013 15:09

Banche: Bankitalia, in prospettiva devono ridurre crediti deteriorati

(ASCA) - Roma, 12 nov - In prospettiva le banche italiane dovranno ridurre lo stock di crediti deteriorati che a giugno viaggiavano, al netto delle svalutazioni gia' effettuate, al 9,6% del totale, lo scrive Bankitalia nel Rapporto sulla stabilita' finanziaria. Palazzo Koch ricorda come alla fine del 1995 il rapporto tra crediti in sofferenza e totale dei prestiti aveva superato il 10%, poi il rapporto e' migliorato di sette punti percentuali tra il 1996 e il 2008 per tre fattori: migliori tecniche di gestione, aumento dei prestiti e cartolarizzazioni, quest'ultime pari a circa 60 miliardi tra il 1999 e il 2008. Quest'ultima strada, a causa dell'avversione al rischio, resta al momento impraticabile, ''la ripresa del mercato delle cartolarizzazioni e' attualmente ostacolata dal divario tra il valore al quale i prestiti deteriorati sono iscritti nei bilanci delle banche e il prezzo che gli investitori sono disposti a pagare per acquistarli'', scrive Bankitalia.

Tre fattori potrebbero contribuire a ripristinare condizioni di liquidita' sul mercato delle cartolarizzazioni: la stretta decisa da Bankitalia sulle coperture delle sofferenze ha consentito alle banche di spesare le relative perdite sul conto economico; poi il check up della Bce, in collaborazione con le autorita' nazionali di vigilanze, e gli stress test in collaborazione anche con l'Eba, dovrebbero ridurre ''ulteriormente l'incertezza sulla qualita' degli attivi bancari; infine un ulteriore contributo dovrebbe arrivare la ripresa economica e dalla riduzione della frammentazione dei mercati finanziari dell'Eurozona. Un contributo positivo dovrebbe arrivare dal disegno di legge di stabilita' dove e' previsto un trattamento meno penalizzante sulle svalutazione e sulle perdite sui crediti.

Palazzo Koch suggerisce anche di considerare come un contributo importante potrebbe giungere da ''riforme che riducano i tempi di recupero dei crediti''.

men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari