mercoledì 22 febbraio | 09:35
pubblicato il 15/dic/2015 17:13

Banche, Abi: sofferenze ottobre a 199 mld, primo calo dal 2012

Rapporto con prestiti al 10,4%, ai massimi da quasi 20 anni

Banche, Abi: sofferenze ottobre a 199 mld, primo calo dal 2012

Roma, 15 dic. (askanews) - Le sofferenze bancarie diminuiscono per la prima volta dopo oltre tre anni e mezzo di aumenti consecutivi, pur restando vicine ai massimi storici. A ottobre, afferma l'Abi nel rapporto mensile, le sofferenze lorde sono in calo a quota 198,975 miliardi, dopo aver toccato a settembre il livello record di 200,410 miliardi. Le ultime diminuzioni nella dinamica delle sofferenze risalgono a marzo del 2012 e a novembre del 2008.

La flessione di ottobre, spiega l'associazione bancaria, è legata ad alcune operazioni di cessione concluse all'inizio dell'autunno. Il rapporto tra sofferenze lorde e prestiti è sceso così al 10,4% (era al 10,5% a settembre), rimanendo vicino ai massimi dalla fine del 1996.

"I segnali di frenata del tasso di crescita - sottolinea Palazzo Altieri - ci sono tutti. Le nuove entrate di finanziamenti in crediti deteriorati sono in forte rallentamento: il serbatoio che porta un prestito da credito incagliato a sofferenza è in rallentamento significativo".

A ottobre, sottolinea l'Abi, il rapporto tra sofferenze lorde e finanziamenti ha raggiunto il 17,3% per i piccoli operatori economici (era al 15,8% un anno prima), il 17,9% per le imprese (15,7% a ottobre dell'anno scorso) e il 7,2% per le famiglie (6,8% nello stesso mese del 2014).

Le sofferenze nette, secondo il rapporto dell'associazione bancaria, mostrano a ottobre un leggero aumento, passando a 87,2 miliardi dagli 87,1 miliardi di settembre. Il rapporto con i prestiti è stato del 4,85%, in lieve crescita dal 4,84% di settembre (era 4,61% un anno prima).

A giugno inoltre, conclude Palazzo Altieri, "il numero complessivo degli affidati in sofferenza era pari a 1.188.401 (in prevalenza imprese e famiglie)".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%